Treviso

Lorella Benvegnù eletta Segretaria generale della Cisl Scuola Belluno Treviso

Lorella Benvegnù è la nuova Segretaria della Cisl Scuola Belluno Treviso.
È stata eletta dal Consiglio generale riunitosi in videoconferenza giovedì 10 dicembre.
Succede a Teresa Merotto che, dopo tre mandati alla guida della Federazione della Scuola, è entrata nella Segreteria confederale della Cisl territoriale.
Eletti in Segreteria anche Valerio Furlanetto e Anna Lucia Tamborrini.

“Sono onorata dell’incarico che mi viene oggi attribuito e della fiducia – ha detto la neo Segretaria generale- che mi dà nuovo slancio per un lavoro impegnativo e per il quale assicuro tutto l’impegno di cui sono capace. Faccio gli auguri a Teresa per il nuovo importante incarico che si accinge ad affrontare e la ringrazio per il lavoro che ha fatto in questi anni, sempre con serietà, con impegno e con una professionalità costruita e coltivata con tenacia”.
Una elezione che va nel senso della continuità, quella di Benvegnù, Segretaria generale aggiunta della Cisl Scuola Belluno Treviso dal 2013.

Sessant’anni, di Feltre, laureata in Lettere, attiva nel volontariato e nell’associazionismo, è entrata nel mondo della scuola nel 1986 come docente di secondaria di primo e secondo grado.
Nel 2000 è stata eletta Rsu, 8 anni dopo ha deciso di dedicarsi a tempo pieno all’attività sindacale: nel 2010 è stata eletta Segretaria generale della Cisl Scuola di Belluno e nel 2013 Segretaria aggiunta nella unificata Cisl Scuola trevigiano-bellunese, che conta su 4.735 iscritti (dato riferito a novembre 2020).

“Lascio una squadra ben rodata – afferma la Segretaria uscente Teresa Merotto – e passo il testimone a una collega con grande competenza e professionalità, che saprà proseguire lungo il percorso tracciato in questi 12 anni, dando risposte agli iscritti che sono cresciuti in questi anni nonostante i tantissimi pensionamenti degli insegnanti: abbiamo avuto tanti nuovi associati giovani e precari, rimanendo punto di riferimento soprattutto per i docenti della scuola dell’infanzia e della primaria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button