Pordenone

“Lockdown” forzato/Il Questore chiude per un mese il Mini market

Pordenone – Stamani, mercoledì 4 novembre, agenti della Questura di Pordenone hanno eseguito il provvedimento di sospensione della licenza per 30 giorni nei confronti dell’esercizio pubblico “Asafo mini-market” che si trova in via San Valentino.
Il provvedimento di chiusura è stato disposto dal Questore della Provincia di Pordenone Marco Odorisio.

Il locale era già stato sospeso per 5 giorni, dopo che venerdì scorso 30 ottobre gli agenti avevano trovato nel negozio violazioni alle misure anti covid in vigore.

Delle 19 persone controllate all’interno del mini market, una decina risultarono avere precedenti per reati contro la persona, la famiglia, il patrimonio, gli stupefacenti e le armi.
Alcuni degli avventori, in evidente stato di alterazione alcolica, erano stati anche piuttosto aggressivi nei confronti degli agenti.

Lamentele sul mini market arrivavano da tempo alle Forze di Polizia: segnalazioni su come al suo interno si consumassero cibi e bevande, pratica frequente anche all’esterno del negozio, e perfino atti contrari alla pubblica decenza nelle adiacenze dello stesso pubblico esercizio.
Il market, bene ricordare, non ha licenza per la somministrazione di cibi e bevande super alcoliche.

Dulcis in fundo, il titolare dell’attività era già finito nel mirino dell’Azienda Sanitaria per violazioni delle norme di igiene e salute pubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button