Venezia

Lo spaccio a Mestre/Il pusher troppo elegante non passa inosservato

Troppo grande e grosso e perfino troppo elegante per passare inosservato.
Allertati da alcune segnalazioni che parlavano di uno spacciatore dalla stazza fisica imponente e particolarmente elegante, gli investigatori hanno facilmente individuato nell’area della stazione ferroviaria di Mestre, un gambiano presunto pusher.
Il giovane stazionava a ridosso di una siepe che delimita un cantiere, nei pressi di una fermata dell’autobus.

Ad un certo punto gli agenti lo hanno visto chinarsi, prelevare dalla siepe un piccolo involucro e incamminarsi lungo la via.
Fermato, nel sacchetto hanno trovato cinque involucri contenenti marijuana.
Controllata anche la siepe, da li è spuntato un altro pacchetto con diciannove involucri contenenti circa 22 grammi di marijuana.

Nonostante la giovanissima età, ha solo vent’anni, J.M., originario del Gambia, è risultato avere sulle spalle già tre condanne per spaccio di sostanze stupefacenti e solo nel mese di luglio aveva finito di scontare una pena al carcere di Santa Maria Maggiore; il giovane è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Un’altra volta, gli uomini del Commissariato di Mestre non hanno dovuto andare troppo in cerca.
Hanno colto in flagranza un pusher ed un compratore che si scambiavano la droga, coca ed eroina, in pieno giorno lungo Via Piave.

E’ successo martedì scorso, ad un incrocio, dove un giovane si guardava intorno nervosamente, tenendo costantemente sotto controllo il proprio cellulare.
Poco dopo sopraggiunse un altro uomo e i due, dopo aver scambiato qualche parola, si incamminarono in direzione di via Cappuccina.
Durante il percorso, il giovane consegnava qualcosa all’altro che poi si allontanava.

Come hanno poi appurato i poliziotti, il compratore aveva appena acquistato tre involucri contenenti cocaina ed eroina.
Appurato lo scambio di droga, i poliziotti fermarono anche il pusher trovato con un’ingente somma di denaro di cui non sapeva giustificare la provenienza.
Il ragazzo, identificato per O.M., nigeriano di trentadue anni e regolare sul territorio, è stato quindi denunciato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button