Venezia

Liti famigliari/Due trentenni violenti nei guai

Due episodi legati alla violenza famigliare, nel fine settimana, nel veneziano.
A Briana di Noale, i Carabinieri sono dovuti intervenire per fermare le ire di un 29enne barricatosi in camera dopo una fuorisa lite con il padre e la sorella.

Oltre ad essersi asseragliato, B.A. aveva anche cosparso tutto di ammoniaca e quando i militari hanno sfondato la porta per raggiungerlo, ha tentato anche di aggredirli.

Il giovane è stato denunciarlo in stato di libertà per la sfilza dei reati contro i Pubblici Ufficiali, ai quali si aggiunge la segnalazione per il consumo di stupefacente poiché nella stanza sono stati trovati due grammi di marijuana.

Altro intervento a Carpenedo, dove i Carabinieri hanno denunciato il 32enne S.S. del posto, già colpito dall’allontanamento dalla casa famigliare per maltrattamenti nei confronti dei famigliari.
In barba al provvedimento, si era ripresentato con una scusa ed era riuscito a convincere la mamma ad aprirgli la porta.
Subito dopo era diventato aggressivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button