Venezia

Aggiornamento/L’inferno in A4/Muore un camionista, ferito un bambino di 9 anni

E’ stata riaperta l’autostrada A4 precedentemente chiusa alle 15,00 a causa di due distinti, gravi incidenti stradali. E’ stata particolarmente complessa la rimozione dei due mezzi pesanti coinvolti nell’incidente.

L’inferno è scoppiato intorno alle 15 circa, tra i caselli di Cessalto e San Stino, a causa di un tamponamento al km433, tra due mezzi pesanti.
Purtroppo, si registra una vittima, un autista che non è sopravvissuto all’incidente.

Il tamponamento che ha fatto registrare un morto

Nel secondo sinistro, avvenuto tra un furgone, un camion ed un’auto, sono rimaste ferite tre persone, tra loro un bambino di 9 anni.

Sul posto si sono fiondate squadre dei Vigili del Fuoco da San Donà, Motta di Livenza, Treviso, con l’autogrù e l’elicottero Drago 63.

Nel tamponamento tra i due articolati, sono stati proprio i vigili del fuoco a liberare l’autista rimasto incastrato.
Purtroppo, nonostante i soccorsi, il medico del Suem ha dovuto dichiararne il decesso.

Nel secondo incidente, un bambino di 9 anni è stato stabilizzato dai sanitari ed elitrasportato in ospedale. Portati in ambulanza al pronto soccorso anche i due adulti che viaggiavano con lui, presumbilmente i genitori.
Le condizioni del piccolo non sono al momento note.

Autostrada ovviamente chiusa e code: è stato necessario portare aiuto anche a dei cavalli trasportati su un apposito mezzo e sofferenti per il caldo.

Ci vorrà ancora più di un’ora per completare le operazioni di rimozione dei veicoli a cui seguirà un’accurata pulizia del manto stradale. Risolto, invece l’altro tamponamento, avvenuto nei pressi del casello di San Stino fra un mini van e un mezzo pesante. La carreggiata è stata liberata e il traffico fatto defluire. Alle 17 e 45 sono cinque i chilometri di coda sull’uscita obbligatoria istituita da Autovie a San Donà di Piave

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button