Venezia

L’inchiesta di Bibione/Morsanuto si dichiara estraneo a tutte le accuse

La bufera scatenatasi su Bibione dopo l’operazione della Dia di Trieste che ieri ha portato all’esecuzione di 9 ordinanze di custodia cautelare eseguite dalla Guardia di Finanza.
Un’inchiesta che ha svelato l’operato di una vera e propria organizzazione di stampo camorristico che stava cercando di assumere il controllo del mercato degli ambulanti nella nota località turistica.

Particolare clamore ha suscitato l’arresto di Giuseppe Morsanuto, 55enne attuale Presidente dell’Ascom di Bibione ed ex vice sindaco di San Michele al Tagliamento.
In sua vece nelle scorse ore ha diramato una nota l’Avv.ssa Angela Grego.
Vi si legge: “In merito ai fatti che hanno interessato la città di Bibione, il mio assistito si dichiara completamente estraneo a tutti i fatti, intende fornire la sua più ampia collaborazione all’attività di indagine, confida nell’operato della Magistratura e ritiene che l’Associazione che rappresenta e il Comune di San Michele al Tagliamento siano parte lesa nella vicenda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button