Treviso

Le norme anti coronavirus: nella Marca una decina di sanzioni

Emergenza Coronavirus, primi provvedimenti in provincia di Treviso per violazioni alle direttive del decreto governativo.
Dopo il bar Lidia di Conegliano che ha collezionato la prima sanzione perché il titolare non ha evitato gli assembramenti, gli avventori erano troppo vicini tra loro, i Carabinieri nei vari controlli nel territorio hanno elevato un’altra decina di contravvenzioni in particolare nei confronti di giovani che sfidano la sorte e si muovono dal loro comune di residenza.

Come ha sottolineato il Tenente Colonnello Crisafi, Comandante Reparto Operativo, le pattuglie si sono trovate di fronte a giovanissimi, meno che ventenni, che incuranti delle prescrizioni giravano tranquilli in gruppo: sono stati contravvenzionati.

Preoccupante quello che è emerso nelle giustificazioni che hanno addotto “non sapevano”, “quale provvedimento?”, insomma una gioventù tanto tecnologica ma poco informata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button