Home -> Venezia -> Lavori socialmente utili/Cinque posti a San Stino

Lavori socialmente utili/Cinque posti a San Stino

Anche per l’annualità 2019 /2020 il Comune di San Stino di Livenza, unitamente a quelli di Fossalta di Piave, Torre di Mosto, Fossalta di Portogruaro e Pramaggiore, aderisce, nella veste di capofila, al progetto di Pubblica Utilità e di Cittadinanza Attiva attuato ormai da molti anni nell’ambito del Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo.

Si tratta d’ interventi di politica attiva e di esperienze di lavoro rivolte a soggetti disoccupati di lunga durata e privi di qualsiasi ammortizzatore sociale.
Le persone coinvolte, a seguito di una selezione, saranno temporaneamente inserite in progetti lavorativi a favore della collettività, attraverso la mobilitazione delle proprie competenze.
Questo tipo d’ intervento, unito ad azioni di orientamento e di accompagnamento, sostiene e rafforza l’esercizio della cittadinanza attiva, favorendo processi di inclusione sociale e di attivazione.

Per San Stino, in particolare, sono previsti 5 inserimenti che riguardano vari settori inerenti le attività istituzionali del Comune: dalla manutenzione del verde pubblico, alle scuole, dai servizi culturali alle attività amministrative. I requisiti minimi per partecipare sono l’avere un’età superiore ai trent’anni ed uno stato di disoccupazione di lunga durata, ovvero versare in una condizione certificata di fragilità sociale.

Per accedere alle selezioni si dovrà compilare una domanda che è scaricabile dal sito del Comune, dall’Albo Pretorio oppure dall’apposita sezione “ Comuni solidali per lavori di pubblica Utilità” e che dovrà essere presentata entro e non oltre il 28 Ottobre 2019. Con la domanda è pubblicato anche il Bando nel quale gli interessati potranno trovare tutte le ulteriori informazioni utili, per potervi aderire.
“E’ una progettualità che siamo felici possa avere continuità e il fatto di essere stati rifinanziati significa che le attività messe in atto stanno dando risposte efficaci nei confronti delle persone coinvolte ma più in generale di tutta la comunità.” dichiarano il Sindaco Matteo Cappelletto e l’assessore alle politiche sociali Giorgia Tezzot.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*