Venezia

L’aeroporto di Venezia aderisce alla “Dichiarazione di Tolosa”

L’aeroporto di Venezia ha sottoscritto quest’oggi a Tolosa la “Dichiarazione di Tolosa”, si tratta della prima iniziativa pubblico-privata che sostiene l’obiettivo dell’aviazione europea di raggiungere le zero emissioni di CO2 entro il 2050.
Questa è anche la prima iniziativa congiunta a livello globale, che allinea tutte le parti interessate dell’UE sui principi e le azioni necessarie per decarbonizzare e trasformare il settore dell’aviazione, rappresentando un vero punto di svolta.

Numerosi aeroporti e associazioni aeroportuali europei hanno aderito alla Dichiarazione, che contribuisce al raggiungimento dell’obiettivo comune per abbassare le emissioni.

Tra gli aeroporti firmatari della dichiarazione anche l’Aeroporto di Venezia, che ha sottoscritto l’accordo rilanciando il suo impegno per anticipare gli obiettivi fissati e raggiungere la neutralità carbonica già nel 2030, anticipando di quasi 20 anni l’obiettivo europeo e contribuendo così fattivamente alla decarbonizzazione dei cieli e degli scali.

L’accordo di oggi è un momento molto significativo, che apre la strada ad ulteriori passi, sia per creazione di un Patto Europeo per la decarbonizzazione dell’aviazione, sia a livello globale, in attesa che l’ICAO (Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile) dell’ONU fissi un obiettivo globale per l’aviazione internazionale entro quest’anno.

La firma della Dichiarazione da parte di ACI EUROPE è ora integrata dall’impegno individuale di oltre 200 aeroporti in tutto il continente europeo che hanno confermato oggi la loro adesione, impegnandosi anche a farsi parte attiva verso i loro partner commerciali per un più ampio impegno e coinvolgimento di tutto il settore.

L’Aeroporto di Venezia segue una roadmap ben precisa per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità che si declina nell’adozione di sistemi energetici efficienti e basso consumo, nell’attivazione di tecnologie a ridotto impatto ambientale e nel continuo controllo e monitoraggio delle emissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button