Home -> Treviso -> Ladri in fuga, speronano volante ma si ribaltano

Ladri in fuga, speronano volante ma si ribaltano

E’ successo stanotte, intorno alle ore 02.40.
La Sala Operativa ha ricevuto la segnalazione di un allarme intrusione presso un locale commerciale situato in zona Fonderia a Treviso.
Sul posto sono state inviate le Volanti che, hanno individuato un soggetto con una torcia in mano.
Alla vista degli agenti è riuscito ad allontanarsi nascondendosi tra la vegetazione.
Poco dopo, a seguito del sopralluogo, i poliziotti hanno notato una Golf che, dopo essere stata fermata nei pressi di un parcheggio di Via Pisa da un’autovettura dell’Arma dei Carabinieri, stava cercando di scappare imboccando Viale della Repubblica.
La Volante si è messa all’inseguimento della Golf, intimandogli più volte di fermarsi.
Durante l’inseguimento, i poliziotti hanno per due volte provato ad affiancare i fuggitivi intimandogli di fermarsi, ma, entrambe le volte, l’autista della Golf ha provato a speronare la Volante, che, solo grazie all’abilità del poliziotto alla guida, è riuscita ad evitare la collisione.
Tuttavia, giunti all’incrocio con Viale Luzzatti, ad una velocità superiore ai 100 km/h, la macchina in fuga ha riprovato a speronare la Volante, stavolta colpendola sul lato sinistro, facendola sbandare e urtare il marciapiede, danneggiando seriamente il mezzo di servizio; i due operatori, rimasti entrambi lesionati a seguito dell’incidente, hanno evitato conseguenze peggiori solo grazie all’apertura dell’airbag ed ai riflessi dell’autista che è riuscito ad evitare, sterzando all’ultimo, lo schianto con il muro di un palazzo.

A causa del contraccolpo, la Golf, dopo aver colpito un muretto ed aver abbattuto alcuni pali della luce, si è più volte capovolta, andando a sbattere contro le mura di un negozio ortofrutticolo di Viale Luzzatti, lesionando profondamente la struttura, tanto da renderlo inagibile.
I tre passeggeri sono stati estratti fuori dagli stessi poliziotti e dai Vigili del Fuoco intervenuti e si trovano attualmente ricoverati all’ospedale di Treviso.
Identificati per tre giostrai con piccoli precedenti, B.R, ventenne, G.J., ventiseienne, e C.E., ventenne, sono stati tutti tratti in arresto, in maniera congiunta dal personale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, per i reati di lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.
Sono in corso ulteriori accertamenti da parte degli investigatori della Squadra Mobile per verificare il loro coinvolgimento in ulteriori reati commessi durante la serata e l’eventuale partecipazione di altri soggetti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*