Treviso

La stessa Visa per acquistare troppi voli aerei/Scoperto flusso di clandestini

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.
Questa l’accusa per un 53enne pakistano, G.M.C. le iniziali, fermato il 18 marzo scorso all’aeroporto di Treviso dagli agenti della Polaria.
L’uomo era finito nel mirino degli investigatori dopo che il 5 febbraio scorso allo stesso scalo aeroportuale era stato arrestato in flagranza un indiano, S.M. di 24 anni, privo di documenti d’identificazione e che aveva cercato di imbarcarsi su un volo Ryanair diretto ad Oporto presentando un passaporto pakistano e un permesso di soggiorno spagnolo, entrambi risultati contraffatti.

Analizzando la prenotazione, gli investigatori avevano scoperto che la stessa carta di credito usata per il pagamento era servita per prenotare voli per altre due persone.
Una poi arrestata a Bologna su segnalazione della Polaria trevigiana.
La Visa era appunto intestata al 53enne pakistano sul quale la Procura della Repubblica ha deciso di vederci chiaro, riuscendo a bloccarlo quando già si trovava ai controlli di sicurezza, in partenza per Malta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button