Venezia

La squadra volanti di Venezia intercetta barche con refurtiva. 2 denunciati per ricettazione

Tra i fenomeni criminali che hanno caratterizzato Venezia negli ultimi mesi, i numerosi furti effettuati sui natanti ormeggiati nei vari canali di Venezia-Mestre e Venezia-Centro storico.

Bersaglio dei furti sono stati principalmente accessori, strumentazioni e attrezzature di bordo, nonché motori marini fuoribordo e interi natanti.
Il Questore di Venezia ha così disposto un’attenta attività di controllo, anche con droni, nell’orario serale/notturno, i cui i malviventi erano soliti operare.
Il lavoro di controllo ha portato ieri ad intercettare e sequestrare due barchini a bordo dei quali sono stati rinvenuti componenti nautici provento di furto.

A bordo dei natanti due ragazzi veneziani, uno maggiorenne di 19 anni ed uno minorenne di 17 anni che sono stati denunciati per ricettazione.
In particolare, a bordo di un natante, sono stati trovati una coppia di casse audio marca Hertz, una batteria di marca EXINE, una piastra salva specchio in alluminio per il fissaggio del motore e un’elica in acciaio modello Laser 2 passo 21.

A bordo dell’altra barca sono stati invece trovati un tiemo e una tanica di benzina di 25 L di marca Yamaha.
Anche le due barche sono risultate provento di furto e sono state poste sotto sequestro.

Ai due soggetti sono state comminate sanzioni amministrative per un valore di quasi €5000 per guida senza patente e mancanza di copertura assicurativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button