Prendi nota

La psicologa opitergina, la Psicomagia e lo Standard Universale

L’argomento è affascinante e, a ben vedere, vecchio come l’uomo, o almeno come gli antichi romani e il loro detto “Mens sana in corpore sano”: esiste una correlazione tra lo stato in cui vive la mente e la nostra salute, ovvero gli organi che compongono il resto del nostro corpo?

Domanda che non ha una risposta netta, chiara e scientifica, ma che sempre di più sembra andare verso un chiaro “si”.

Ne abbiamo parlato con la Psicologa e Psicoterapeuta opitergina Brienza Zanella che dal suo cilindro ha estratto un invito alla lettura.

Un autore, Alejandro Jodorowsky, e il suo testo: Psicomagia (Feltrinelli Ed. – 311 pagine).

Non vi guastiamo la sorpresa: in rete troverete ogni informazione utile a farvi capire se sia nelle vostre corde o meno. 

Approfondiamo invece con la Dott.ssa Zanella l’idea che corpo e mente ci inviino segnali di continuo, che i sistemi nervoso e immunitario vivano più correlazioni di quante siamo disposti a credere.

Insomma, le conseguenze di ciò che proviamo e come lo metabolizziamo.

In fondo si tratta di un’idea antica e anche piuttosto condivisa, “sentita” anche se non sempre provata scientificamente.

Quante volte abbiamo sentito di un coniuge morto di crepacuore per la dipartita del compagno di una vita, o abbiamo sussurrato ad un amico “Non t’arrabbiare che ti fa solo male”.

Jodorowsky invita a vincere i vincoli che ogni società si è data nel tempo, sotto forma di regole non scritte, privilegiando invece la ricerca di se stessi, dei propri obbiettivi, delle realizzazioni, finanche della Felicità con la effe maiuscola. 

Magari riuscendo così almeno in un obbiettivo solo apparentemente secondario: un equilibrio che significhi salute.

Non facile, considerando che spesso ognuno di noi si sente lo Standard Universale, discutendo quando non addirittura condannando atteggiamenti, gusti e decisioni che non gli appartengano.

In altre parole, ognuno di noi ha una sua strada, molto personale e probabilmente diversa da quella di ogni altro suo simile.

Percorrerla può significare anche, questo il concetto, preservare la propria salute, evitando che dispiaceri “di testa” ammalino il corpo.

A tal proposito risulta particolarmente affascinante l’Epigenetica, ovvero lo studio della genetica personale di ognuno, legata sia alle eredità fisiologiche che abbiamo dalla nascita, che al risultato del nostro personale stile di vita.

Ancora più interessante vi risulterà, probabilmente, perchè molto pratico, il vademecum di Jodorowsky sulle correlazioni tra emozioni e malattie, anche se, ci ricorda la Dott.ssa Zanella, non si tratta di “Bibbia” ma di indicazioni che possiamo, con un po’ di autoesame, confermare o meno noi stessi. 

Qualche esempio?

Se è ben noto a tutti che l’ira si ripercuota sul fegato e i dispiaceri sul cuore, forse non sarà altrettanto noto che il mal di gola possa essere dovuto non al clima ma all’incapacità o all’impossibilità di comunicare le proprie angustie e tristezze.

Il mal di testa? Potrebbe crescere insieme ai vostri dubbi, mentre la pressione è legata a doppio filo alla paura, stato d’animo che, in dosi eccessive, prende anche reni, vescica e sistema endocrino.

Tra le correlazioni più curiose, quella delle ginocchia, destinate a darvi tormento quando il vostro orgoglio vi impedisce di piegarvi (o magari solo di abbassarvi un po’).

Si può piangere in più modi ma, sempre secondo Jodorowsky, se non lo si fa con gli occhi si fa col naso, senza che sia vero raffreddore.

Più noto a tutti il fatto che stress ed ansia finiscano col condizionare il buon funzionamento di stomaco, milza e pancreas.

Migliore di una crema idratante è una risata, per la pelle che si imbruttisce con la tristezza, stato d’animo che si ripercuote anche sull’intestino.

La teoria, ci spiega in conclusione la Dott.ssa Zanella, è la malattia come frutto di un blocco, l’impossibilità di realizzare un desiderio o un’aspirazione, o anche l’imposizione di un dovere che non sentiamo o di un divieto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button