Pordenone

La protesta dei commercianti riempie Piazza XX Settembre

Le organizzazioni di categoria avevano raccomandato il basso profilo, è così è stato: la protesta dei commercianti c’è stata ed è stata partecipata, a Pordenone, senza alcun tipo di spunto troppo nervoso o di slogan strillati.

Piazza XX Settembre si mostrava discretamente frequentata già una ventina di minuti prima delle 18.30, orario fissato per il raduno di coloro che contestano le rigidità del DPCM nei confronti di alcune categorie produttive.

Tutti si sono presentati con la mascherina e anche il distanziamento è stato per lo più rispettato.

Il primo a prendere la parola, sulla scalinata davanti alla Casa del Mutilato, è stato l’Assessore al Commercio Loperfido, poi si sono susseguiti: i rappresentanti ASCOM Confcommercio (Marchiori) e Unione Industriali (Agrusti).
E’ stata poi la volta di tre commercianti: Fabio Cadamuro, Carlo Nappo e Lucangeli.

Da ultimo il sindaco Ciriani che ha ricordato di esserci per raccogliere le istanze dei presenti e farsene portavoce con le Istituzioni.

Nessun colpo di scena, nessuna nota diversa dallo spartito che ci si aspettava, forse per la stanchezza di una situazione che pesa sulle spalle di molti ormai da troppo tempo.

Tra i presenti anche alcuni esponenti di Casapound, con bandiere tricolori, anche loro ligi alle consegne. Qualcuno ha azzardato qualche cartello (pochi), mentre a scendere in piazza sono state anche intere famiglie, con bambini al seguito e in generale gente di ogni età.

Ringraziamo per la valente collaborazione Roberto Zanetti di Pordenone allo Specchio, autore delle foto che proponiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button