Venezia

La pedonalizzazione di San Donà/Pronti altri 350 mila euro

Il completamento del secondo stralcio della pedonalizzazione del centro città, grazie all’impegno dell’Amministrazione, sta procedendo secondo i tempi previsti senza subire particolari rallentamenti.
“In aggiunta alle risorse di 700.000 euro stanziate nel 2019, il bilancio 2020 ne prevede ulteriori per 500.000.
Per accelerare i tempi e senza quindi attendere il verificarsi di tutte le entrate, il Consiglio Comunale nella seduta del 22 giugno ha deciso di anticipare la disponibilità delle somme, utilizzando l’avanzo di bilancio per 350.000 euro.
Il mercoledi successivo la Giunta ha subito provveduto ad approvare il progetto definitivo e iniziata, anche grazie all’impegno degli Uffici, la fase esecutiva.

Prevediamo quindi di avviare la gara a evidenza pubblica per il tramite della Città Metropolitana entro la fine di luglio” spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Lorena Marin.

Il progetto prevede il completamento dell’attuale tratto lungo Corso Silvio Trentin tra l’incrocio di via Battisti e via del Campanile, che verrà armonizzato, secondo le prescrizioni della Soprintendenza, con l’area “storica”. Il futuro e ultimo stralcio che concluderà l’intervento complessivo, riguarderà la riqualificazione di P.tta Trevisan che riconnettendosi con via Ancillotto di recentissima riqualificazione andrà a rendere tutto il centro città uno spazio più sicuro, maggiormente gradevole in grado di facilitare le relazioni.

“Il percorso di pedonalizzazione del centro città ha rappresentato uno dei punti programmatici di questa Amministrazione fin dal primo mandato – continua il Sindaco Andrea Cereser – rappresenta appieno il nostro progetto di Città: inclusiva, sostenibile, sicura e vivibile per tutti.
Grazie ad una gestione oculata delle risorse l’amministrazione è riuscita nel tempo a mantenere se non migliorare il livello di servizi offerti ai cittadini, rispondere alle tante e nuove esigenze ed emergenze, senza per questo rinunciare a pensare e progettare una città più bella e vivibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button