Venezia

La nuova frontiera dello sballo: clistere alcolico

A raccontare l’episodio è quest’oggi Rosario Padovano sulla Nuova.
Al Pronto soccorso dell’ospedale di Portogruaro si è presentato nei giorni scorsi, un ventenne del posto, dopo aver provato una pratica forse tratta da una letteratura medica.

Il giovane è rimasto vittima di una emorragia causata da un modo insolito di ubriacarsi: liquore iniettato via rettale con un clistere.
In questa maniera l’alcol viene assorbito più velocemente dal sangue, arrivando fino al cervello.

Il caso più clamoroso è avvento anni fa nello stato del Tennesse quando dopo una festa universitaria diversi giovani furono ricoverati.
Massima attenzione all’episodio viene posto dai responsabili del Sert dell’Ulss4.

Quanto accaduto fa riflettere e mette in guardia in previsione di un possibile nuovo allarme sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button