Home -> Veneto -> La notte di San Silvestro, tra cassonetti in fiamme e 2 ragazzi bloccati su una gru
Il rogo di Santo Stefano

La notte di San Silvestro, tra cassonetti in fiamme e 2 ragazzi bloccati su una gru

Intenzionati a seguire al meglio lo spettacolo dei fuochi artificiali esplosi ieri sera per festeggiare il passaggio dal 2020 al 2021, due ragazzi poco più che 18enni hanno escogitato l’arrampicata su una gru posizionata in un cantiere edile.

Una volta su, però, ridiscendere si è rivelato più complicato del previsto e i due hanno preferito chiamare i Vigili del Fuoco che infatti li hanno aiutati a rimettere i piedi a terra.

E’ successo in via Cicogna a Chioggia, nel terreno di una casa in costruzione, ed è stato uno degli oltre 50 interventi dei Vigili del fuoco in Veneto, tra la mezzanotte del 31 dicembre e le 8 di stamani 1° gennaio.

Una ventina di queste chiamate sono state in relazione ai festeggiamenti di capodanno. 

Diversi i cassonetti dati alle fiamme, ma si è registrato anche il caso di una giovane donna in difficoltà vicino al fiume Brenta, nella vicentina Valbrenta.

Non è ancora chiaro cosa sia accaduto, ma la ragazza è finita all’ospedale.

Nel veneziano si sono registrati vari incendi a cassonetti a Marghera, Chirignago, Villabona, Favaro Veneto e Mirano. 

Non sono mancati gli interventi “di routine”: ieri a Padova, intorno alle 19, i vigili del fuoco sono stati chiamati a spegnere l’incendio di un appartamento adibito a studio legale e sito al quinto piano di un condominio di Piazza Conciapelli: nessuna persona è rimasta ferita, ma è stato necessario evacuare il condominio durante le operazioni di soccorso. 

L’incendio di Padova

Contenuti i danni che hanno riguardato una stanza e, per il fumo, al resto dello studio. 

Le cause sono al vaglio dei vigili del fuoco. 

Sempre ieri, intorno alle 19:30, i vigili del fuoco sono intervenuti in via Laghi, nel comune di Urbana, per il rogo scoppiato in un mobilificio. 

I pompieri accorsi da Este, Padova e Legnago, con due autopompe e due autobotti, sono riusciti a circoscrivere le fiamme, salvando il reparto lucidatura e gli uffici. 

Le operazioni sono poi proseguite per tutta la notte. 

Poco prima delle 21:30 del 31 dicembre, i vigili del fuoco sono dovuti correre per l’incendio di due appartamenti di una casa di montagna, in via Udine a Santo Stefano di Cadore: nessuna persona è rimasta ferita. 

Le squadre dei pompieri accorse dal locale distaccamento e con i volontari di S. Stefano e Dosoledo con 7 mezzi antincendio, sono riusciti a spegnere le fiamme evitando il coinvolgimento degli altri appartamenti. 

Le cause del rogo sono ora al vaglio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*