Home -> Pordenone -> La musica di Remo Anzovino scelta per Ulisse, Rai1, in prima serata sabato 5 ottobre

La musica di Remo Anzovino scelta per Ulisse, Rai1, in prima serata sabato 5 ottobre

Sabato 5 ottobre, in prima serata su Rai1 alle ore 21:25, si rinnova l’appuntamento con “Ulisse”, il programma di Alberto Angela dedicato alla storia, all’arte e alla cultura.
Il programma si impreziosisce del contributo artistico del compositore e pianista Remo Anzovino (Nastro D’Argento 2019 – Musica dell’Arte): alcune sue musiche difatti sono state scelte per la nuova puntata dedicata all’ultima regina di Francia, Maria Antonietta, uno dei personaggi più intriganti della storia.
In questa puntata di “Ulisse”, si racconterà la triste parabola e la leggenda nera che la storia le ha cucito addosso. Il 16 ottobre del 1793 a Parigi, poco prima di mezzogiorno, una donna vestita di bianco saliva i gradini che conducono al patibolo. Stanca e malata guardava in modo altezzoso la folla riunitasi a PIace de la Révolution, oggi Place de la Concorde, che le rivolgeva ingiurie ed epiteti. Su quel patibolo c’era Maria Antonietta Asburgo Lorena, l’ultima regina di un regno, la Francia, che stava cambiando volto per sempre.
Considerato fra gli esponenti più affermati, innovativi ed eclettici della musica strumentale contemporanea, Remo Anzovino sta vivendo una strepitosa ascesa a livello nazionale e internazionale.
Dopo il successo dell’ultimo album di inediti Nocturne (registrato tra Tokyo, Londra, Parigi e New York e pubblicato da Sony Classical) che lo ha iniziato a far conoscere anche oltre i confini nazionali, lo scorso febbraio è arrivato il Nastro D’Argento 2019 per le colonne sonore originali dei film “Hitler contro Picasso e gli altri”, “Van Gogh tra il grano e il cielo” e “Le Ninfee di Monet” – per la serie di grande successo “La Grande Arte al Cinema” di Nexo Digital – con la Menzione Speciale “Musica Dell’Arte”, per aver reso più intensa la narrazione aggiungendo emozione alle emozioni che l’Arte riesce ad esprimere al grande pubblico attraverso il successo degli eventi speciali di cui è protagonista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*