Pordenone

La morte di Guido Basso/Rinvio a giudizio per l’autista trevigiano che lo investì

Rinvio a giudizio davanti al Gip del Tribunale di Pordenone per l’autista del camion che il primo marzo scorso investì e uccise con il suo mezzo il 90enne Guido Basso.
Tragedia maturata a Prata di Pordenone, nel piazzale della ditta di autotrasporti di cui l’ex imprenditore era stato fondatore.

Alla guida di un autoarticolato Daimler, B.M., di San Fior, stava facendo manovra in retromarcia per entrare nel piazzale aziendale di via Fornaci 19, quando investì, secondo la Procura colpevolmente, Guido Basso.
Straziante la morte dell’uomo che finì sotto l’asse posteriore del mezzo e fu trascinato per circa 5 metri, finendo schiacciato.

Per l’autista trevigiano l’accusa che lo porterà davanti al giudice è di omicidio stradale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button