Venezia

La Giornata della Memoria a San Donà

La Giornata della memoria, celebrata il 27 gennaio, è stata il fulcro di una serie di proposte e attività che hanno visto collaborare l’Amministrazione, i Musei Civici Sandonatesi, gli Istituti scolastici e vari attori, istituzionali, associativi, e privati, per onorare la storia del nostro territorio e custodire il ricordo di ciò che è stato, a monito per il futuro.

Le attività si sono aperte con la sentitissima commemorazione di Attilio Rizzo e Giovanni Baron il 15 gennaio e si chiuderanno ufficialmente il 23 febbraio, ultima data utile per visitare la mostra “Shoah. La percezione e lo sguardo del contemporaneo nella fotografia e nella grafica d’arte” presso la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea.

L’Assessore a Cultura ed Eventi, Chiara Polita, esprime la propria gratitudine a quanti hanno dato il loro contributo: “Grazie a tutti coloro che hanno voluto condividere l’impegno di fare memoria per rimettere quotidianamente al centro il rispetto per la libertà e dignità dell’essere umano, contro ogni forma di odio, intolleranza e indifferenza. Grazie all’ANPI sandonatese e al Circolo Filatelico e Numismatico per il ricordo di Attilio Rizzo il 15 gennaio che ha coinvolto molte scuole e cittadini; grazie all’associazione Four e Lab4 per le iniziative di Tempo della Memoria con il prof. Andrea Bienati e Miriam Camerini che hanno incontrato

gli studenti e per l’evento teatrale sul processo di Norimberga condiviso con la cittadinanza; grazie agli artigiani che con l’associazione Four hanno realizzato la sedia Tempo della Memoria; grazie ai Musei Civici Sandonatesi, a FIAP, alla Casa della Memoria di Roma e a tutti gli artisti per la mostra Shoah.

La percezione e lo sguardo del contemporaneo nella fotografia e nella grafica d’arte; grazie al percorso della memoria svolto dall’associazione Four con la Regione Veneto attraverso i comuni di San Donà di Piave, Musile di Piave, Ceggia e Noventa di Piave; grazie inoltre ai molti studenti e professori delle Scuole Secondarie di secondo grado di San Donà di Piave che hanno partecipato agli incontri e attivato iniziative, per rendere anche i giovani responsabili della memoria, non solo nella ricorrenza del 27 Gennaio, ma nelle scelte quotidiane di ogni giorno.

E infine grazie a tutti quanti hanno partecipato alle nostre iniziative”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button