Treviso

La droga dall’Olanda/Nei guai anche due opitergini e un uomo di Mansuè

L’operazione antidroga di cui riferivamo ieri, denominata Eat Enjoy, opera delle squadre Mobili di Trieste e Udine, ha messo nei guai anche due opitergini e un uomo di Mansuè.

Si tratta di padre e figlia, Arrigo e Consuelo Dalla Libera, e di Bertolo Moro (lui di Mansuè).
Tutti e tre sono finiti ai domiciliari con l’accusa di aver comprato droga dalla banda sgominata (26 in tutto le ordinanze emesse) per piazzarla nei rispettivi “giri”.
Figure dunque marginali, rispetto al colossale giro di stupefacenti (coca ed eroina) che viaggiavano nel triangolo Sudamerica, Olanda, Italia.

In meno di 4 anni, secondo le indagini, la banda sarebbe stata capace di movimentare circa 800 chili di droga, per un giro di una decina di milioni di euro.

Dei 26 indagati, 21 sono stati assicurati alla Giustizia: 13 in carcere, gli altri ristretti ai domiciliari.
Mancano all’appello in 5, sfuggiti alla cattura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button