Veneto

La conferenza stampa di Zaia/Parla la Dott.ssa Tacconelli

Alla quotidiana conferenza stampa del Governatore Luca Zaia sullo stato dell’emergenza coronavirus, oggi la protagonista è stata un’addetta ai lavori.

La Dott.ssa Evelina Tacconelli, Prof. Ordinario di Malattie Infettive, Direttore Clinica delle Malattie Infettive dell’Università di Verona, ex docente alla Harvard Medical School e consulente dell’Oms, l’organizzazione Mondiale della Sanità.

Una che il Covid lo ha combattuto in prima linea, negli ultimi mesi e che sta sperimentando parte delle vie possibili tra le cure al Covid 19.

La Dott.ssa Tacconelli ha esordito raccontando la diversità del Covid19, di come si sia rivelato problema diverso da ciò che ci si attendeva, purtroppo in senso peggiorativo.

L’ha classificata come malattia multiorgano, dato che, anche se conosciamo bene le ripercussioni che ha sui polmoni, purtroppo si è rivelato deleterio anche per il cuore, il midollo osseo, il cervello.

Secondo Evelina Tacconelli, la data da sottolineare sul calendario è il 14 giugno: per allora saranno trascorsi abbastanza giorni dalla chiusura del Lockdown e si potrà capire meglio dove andiamo, se dobbiamo avere ancora paura o se il virus sarà almeno temporaneamente superato.

A Verona, la Dott.ssa sta lavorando su 4 studi diversi ma tutti mirati a trovare il giusto cocktail di farmaci per combattere la malattia.
A suo avviso, lo studio più promettente è quello che consente di curare il paziente Covid a casa sua.
In questa procedura si sta inserendo anche il famoso Avigan: presto dovremmo sapere se si tratti di un’arma efficace oppure no, contro il virus.

Gli antimalarici.
Testati su circa 3 mila pazienti affetti da Covid, non sembrano aver dato, finora, risposte chiare.
La professoressa ha ricordato che sono comunque inclusi in uno degli studi e l’Oms sta ora analizzando i risultati ottenuti. in alcuni casi, comunque, avrebbero addirittura peggiorato il quadro clinico del paziente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button