Treviso

La banda della Phaeton: 15 colpi e il covo era a Mareno di Piave

Sono stati svelati tutti i nomi dei malviventi che facevano parte della banda responsabile di quindici colpi messi a segno ai danni di sportelli bancomat commessi tra l’agosto 2020 e il maggio del 2021.

Sono tutti pregiudicati, provengono dall’ambiente dei giostrai e sono tutti della sinistra Piave.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini curate dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Treviso, Devis Cavazza, residente a San Michele Tagliamento, Michel Cavazza (Ponte di Piave), Nicolls e Angelo Garbin (Mareno di Piave) erano i capi dell’organizzazione.
Stefano Vago (Fontanelle), Vittorio Spigolon (S. Polo di Piave) e Ivan Pozzobon (S. Michele al Tagliamento) prendevano parte stabilmente alle operazioni, oltre a Jimmy Cavazza (S. Polo di Piave).
Per tutti questi il Gip ha disposto la misura cautelare in carcere.

Sono invece finiti ai domiciliari i tre fiancheggiatori, Oronzo Cavallo (Mareno), Antonino Ielo (Conegliano) e Silvano De Bei (Conegliano). Loro tre avevano un ruolo di supporto concedendo l’uso dei garage per nascondere le auto, o accompagnavano i membri della banda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button