Home -> Venezia -> Jesolo/Si all’imposta di soggiorno per luglio e agosto

Jesolo/Si all’imposta di soggiorno per luglio e agosto

Jesolo – L’amministrazione comunale ha deciso l’applicazione dell’imposta di soggiorno per i prossimi mesi della stagione estiva.
Nelle scorse settimane, la giunta aveva valutato la possibilità di accantonarla, come avvenuto per giungo, ma alla fine si è ritenuto opportuno applicarla considerando il maggiore impegno che sarà richiesto per le attività di promozione della località per la stagione 2021.

A spiegare la decisione è lo stesso sindaco della città di Jesolo, Valerio Zoggia:
“Stiamo vivendo forse il periodo più delicato e, a tratti, difficile nella storia di Jesolo da quando è diventata la località turistica che conosciamo, tra le più importanti d’Italia.
I mesi che abbiamo trascorso e gli scossoni provocati a livello globale dall’emergenza sanitaria hanno prodotto dei cambiamenti anche nel modo di fare vacanza che non hanno precedenti.
Con grande abnegazione e con passione per il proprio lavoro, le imprese e lavoratori del settore turistico della nostra città si sono rimboccati le maniche per affrontare anche questa sfida, dando ancora una volta prova della tenacia e della forza di questo territorio.

L’amministrazione per sostenere la ripartenza sta facendo tutto il possibile, sul fronte dei tributi locali e con la disapplicazione dell’imposta di soggiorno nella fase di avvio della stagione.
Mentre vediamo Jesolo riprendere vita, abbiamo già lo sguardo proiettato al prossimo anno.
Sarà infatti fondamentale per consolidare la ripresa di questo 2020 mettere in campo un piano di promozione capillare di Jesolo utilizzando tutti i canali disponibili.

Un fronte questo su cui l’amministrazione è già al lavoro, grazie anche alla collaborazione con professionalità del territorio e di dialogo con le associazioni di categoria.
Per sostenere questo sforzo serviranno risorse, a fronte di un bilancio che allo stato attuale stiamo costruendo giorno per giorno alla luce del quadro economico locale e nazionale.

L’imposta di soggiorno diventa quindi una risorsa indispensabile per consentirci di realizzare le azioni strategiche e incisive di promozione sia nei paesi già di riferimento della località sia verso nuovi mercati. Stiamo giocando una partita importante alla quale tutti, istituzioni e imprese, dobbiamo concorrere per il bene della città, del suo sviluppo e del suo benessere”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*