Venezia

Jesolo Sand Nativity/Consegnati gli assegni destinati ai progetti benefici

L’amministrazione comunale ha distribuito oggi, nel corso di una piccola cerimonia, gli assegni derivanti dalle offerte raccolte attraverso Jesolo Sand Nativity.
Le donazioni, che in questa edizione hanno segnato un record, sono il risultato della generosità dei visitatori del Presepe di sabbia e delle vendite di merchandise.
I contributi sosterranno 3 progetti umanitari e l’attività di 5 associazioni.

In queste settimane, dato l’aggravarsi della situazione in Ucraina, l’Associazione Volontari Ospedalieri ha chiesto di modificare la destinazione dei fondi ad essa destinati per finanziare la cura dei bambini oncologici ucraini anziché il progetto de “L’armadio dei pigiami”, che continueranno a sostenere direttamente.

Dal 2004 ad oggi, lo Jesolo Sand Nativity ha raccolto oltre 800 mila euro di beneficenza per progetti in 35 Paesi del mondo.
La consegna degli assegni, avvenuta nella Sala Rappresentanza del Municipio di Jesolo, segna un altro passo di ritorno alla normalità.
Ogni anno, nelle passate edizioni, la cerimonia sanciva la conclusione dell’attività correlata a Jesolo Sand Nativity e apriva il percorso di definizione dell’edizione successiva.
A causa della pandemia, però, tale formalità era stata sospesa così come la manifestazione stessa.

Una Luz de Esperanza
Sostegno a “No Indifference Onlus” per la realizzazione di un rifugio per bambini dai 4 ai 15 anni, vittime di violenze e maltrattamenti nel distretto di Barraquilla in Colombia. L’attuale edificio ospita 140 bambini provenienti per lo più dal Venezuela, ma il luogo è inadatto e fatiscente. Inoltre con l’aumentare delle richieste di assistenza, gli spazi sono pochi e inospitali. Con il contributo saranno costruite aule, una mensa con annessa cucina, dormitori per i bambini, spazi ludici e servizi. Il progetto ha un costo complessivo di 320.000 euro.
Importo assegnato: 11.558,42 euro.

Sostegno allo IOV (Istituto oncologico veneto)
L’Istituto oncologico veneto è impegnato nella prevenzione, diagnosi e cura dei tumori, perseguendo in questi campi l’eccellenza attraverso lo sviluppo della ricerca oncologica di base. Tutti i progetti di ricerca sono molto onerosi, per questo lo IOV si avvale di fondi di cofinanziamento che concorrono al costo complessivo dei protocolli di ricerca.
Importo assegnato: 11.558,41 euro.

Costruzione di una biblioteca e sostegno in Sierra Leone
Sostegno al gruppo missionario Bedanda Onlus per l’ultimazione del secondo stralcio dei lavori di costruzione di una biblioteca. Il contributo sarà utilizzato per completare la struttura all’interno del centro polifunzionale “Casa Verona”. Inoltre il gruppo missionario sosterrà una missione a Koidu, in Sierra Leone, distretto celebre per le miniere di diamanti, dove persiste lo sfruttamento minorile.
Importo assegnato: 15.000 euro.

Fondazione Eugenio Ferrioli e Luciana Bo Onlus
La Fondazione Ferrioli di San Donà di Piave è un centro accreditato presso la presidenza del Consiglio dei ministri e da parte della rete di sportelli antiviolenza della Regione Veneto. La Fondazione gestisce il centro antiviolenza e antistalking “La Magnolia”, lo sportello antiviolenza del Comune di Jesolo, la casa protetta a indirizzo privato “Angolo di paradiso” e il centro educativo alle relazioni affettive “C.E.R.A.” dedicato al recupero di chi agisce violenza nelle relazioni.
Importo assegnato: 5.000 euro.

Associazione Volontari Ospedalieri
Dato l’aggravarsi della situazione in Ucraina, l’Associazione Volontari Ospedalieri ha deciso di devolvere il ricavato a Soleterre Onlus. L’associazione aiuta i bambini oncologici degli ospedali ormai distrutti di Kyiv e Lviv. Il contributo rappresenterà un sostegno nel contesto di una raccolta fondi che AVO ha già avviato online e con la presenza fisica dei suoi volontari negli ospedali del territorio.
Importo assegnato: 3.000 euro.

Gruppo volontario Donna 2000 Forza Rosa Jesolo
Il gruppo volontario Donna 2000 Forza Rosa, con il progetto “Oltre”, realizza diverse iniziative di promozione e prevenzione attraverso incontri di sostegno psicologico e attività fisico-motorie. Le iniziative hanno lo scopo di aggregare le donne che hanno subito il trauma di un intervento delicato.
Importo assegnato: 3.000 euro.

Telethon
Continua l’impegno dell’amministrazione, iniziato nel 2010, a sostegno della ricerca sulle malattie genetiche rare. Sono oltre 6 mila le patologie genetiche rare finora conosciute rispetto alle quali anche l’impegno della Fondazione ha permesso di individuare delle terapie.
Importo assegnato: 1.000 euro.

AGESCI Gruppo scout di Jesolo
Nell’anno trascorso di emergenza Covid-19, il gruppo ha continuato la propria attività applicando i protocolli di sicurezza. L’emergenza ha reso pertanto ancor più indispensabile il rinnovo del parco tende.
Importo assegnato: 2.000 euro.

“Quest’anno, dopo lo stop forzato a causa della pandemia, Jesolo Sand Nativity è tornato e ha registrato un grande successo, sia di visitatori che di donazioni raccolte – dichiara il sindaco della Città di Jesolo, Valerio Zoggia.
Siamo riusciti nell’intento di lanciare un messaggio di speranza ma anche a coinvolgere tante persone che hanno aperto il loro cuore permettendoci di sostenere queste importanti iniziative.
Sono orgoglioso del grande successo di questa manifestazione, che sono certo proseguirà anche nei prossimi anni, portando migliaia di visitatori in città e aiutando, così, progetti benefici in tutto il mondo”.

“Jesolo Sand Nativity è una grande manifestazione di cui siamo orgogliosi, ma ogni anno si è rivelato anche un importante strumento per fare del bene a chi ne ha bisogno, in tutto il mondo – aggiunge l’assessore alle Pari opportunità della Città di Jesolo, Flavia Pastò.
In questi vent’anni abbiamo raccolto più di 800 mila euro, una somma davvero importante.
Mai come quest’anno, però, i visitatori del nostro Presepe di sabbia hanno voluto sostenere progetti e associazioni. Dobbiamo loro un grande grazie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button