Venezia

Jesolo/Rapina a dei ragazzi nella notte ma le vittime si ribellano e fanno arrestare un 20enne

Ancora un brutto episodio a Jesolo, stavolta però, le vittime si sono ribellate ai rapinatori.
I fatti sono quelli accaduti intorno alle 2 della notte scorsa, quando lungo l’arenile, all’altezza del 20° accesso al mare, quattro 19enni vicentini, tra loro una ragazza, si sono visti avvicinare prima e minacciare poi da un gruppetto di ragazzi di colore.
Uno di loro brandiva un coccio di bottiglia ed è stato lui a intimare ai 4 la consegna di cellulari e portafogli.
Compiuta la razzia, il gruppetto ha cercato di dileguarsi ma è scattata l’inattesa reazione dei derubati che hanno rincorso uno del gruppetto: quello che si era preso il malloppo, staccandosi dagli altri.
Ne è nata una colluttazione, ma alla fine i tre ragazzi veneti hanno avuto la meglio, bloccando il soggetto e chiamando i Carabinieri.

I primi ad arrivare sono stati quelli di Eraclea: anche con loro il ragazzo di colore ha cercato con forza di divincolarsi e fuggire, ma senza successo.
In rinforzo è poi arrivata una pattuglia di San Donà.
Perquisendo il soggetto è emersa sia una banconota da 10 euro sfilata dal portafoglio rubato, sia i 3 cellulari sottratti.
La refurtiva è stata immediatamente restituita ai vicentini.
Durante la zuffa, due di loro sono rimasti lievemente feriti e sono stati medicati in ospedale con 5 giorni di prognosi ciascuno.
Il fermato è invece risultato essere un 20enne ivoriano, I.S., con pregiudizi di polizia, residente a Vicenza.
E’ stato arrestato per tentata rapina aggravata in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Le indagini proseguiranno per cercare di identificare i suoi complici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button