Venezia

Jesolo città che legge/Si rinnova il patto per la lettura

La giunta comunale ha approvato lo schema del “Patto locale per la lettura”, che verrà ora proposto a tutte le figure impegnate a promuovere la lettura quale strumento di crescita per la popolazione. La sottoscrizione dell’accordo avverrà venerdì 24 settembre alle ore 10.00, presso il giardino della Biblioteca Civica, in occasione dell’avvio della manifestazione “Il Veneto legge”, la maratona di lettura giunta quest’anno alla quinta edizione. Tra i primi firmatari ci saranno associazioni, gruppi di lettori volontari e istituti scolastici del territorio.


Da sempre la biblioteca di Jesolo e il settore cultura della città promuovono attività ed eventi legati alla lettura e al mondo del libro, a partire dalle iniziative che coinvolgono genitori e bambini, nell’ambito del progetto nazionale “Nati per leggere” rivolto alla fascia 0-6 anni, passando attraverso i progetti per le scuole di ogni ordine e grado, i numerosi incontri con l’autore della rassegna Jesolo Libri e l’incontro annuale con i finalisti del premio Campiello, gli incontri dei gruppi di lettura, le letture ad alta voce per grandi e piccini, l’attività di continua crescita, aggiornamento, arricchimento e promozione delle collezioni per accontentare i gusti di tutti i tipi di palato.


Il patto
L’iniziativa segue alla conferma del riconoscimento alla Città di Jesolo della qualifica di “Città che legge”. Il Comune, dopo il biennio 2018/2019, ha presentato una nuova richiesta per ottenere l’appellativo e, rispondendo ai requisiti necessari, ha ottenuto per la seconda volta la qualifica. Il riconoscimento costituisce un requisito indispensabile per la partecipazione ai bandi di finanziamento promossi dal Centro per il libro e la lettura (Cepell), istituto autonomo del Ministero della Cultura, che dipende dalla Direzione generale biblioteche e istituti culturali. L’ottenimento della qualifica ha tra i suoi presupposti la sottoscrizione di un Patto per la lettura tra il Comune e gli enti, gli istituti scolastici, le associazioni, i librai e quanti siano interessati alla filiera del libro e della promozione della lettura.


Il “patto”, dunque, costituisce uno strumento di governance delle politiche di promozione del libro e della lettura, per un’azione coordinata e congiunta a livello locale, allo scopo di dare continuità agli interventi, con il fine comune di aumentare il numero di lettori abituali nelle aree di riferimento. Si configura, quindi, come “documento d’intenti” per promuovere la creazione di una rete territoriale collaborativa tra i diversi soggetti interessati alla promozione del libro e della lettura.


Con la sottoscrizione del patto, i firmatari si impegnano a sostenere la rete territoriale per la promozione della lettura, coinvolgendo i soggetti che a livello locale possono offrire il loro contributo, in base alle rispettive capacità e competenze, condividono e fanno propri gli obiettivi del patto e le azioni ad esso collegate, collaborano alla diffusione del patto e delle informazioni sui programmi, progetti e obiettivi.
“Il Veneto Legge”


La sottoscrizione dell’accordo avverrà in coincidenza con l’apertura de “Il Veneto legge”. L’evento, che coinvolge per un giorno biblioteche, librerie, scuole, operatori culturali e cittadini di tutta la regione, è nato con l’obiettivo di promuovere la lettura e riconoscerne il valore sociale e comunitario. Nel corso della giornata, la città di Jesolo ospiterà letture pubbliche in luoghi diversi e per un pubblico di tutte le età. I temi scelti quest’anno sono molteplici: dall’acqua al ruolo di Venezia, da Dante a 700 anni dalla sua morte al centenario della nascita di importanti autori veneti come Andrea Zanzotto, Mario Rigoni Stern e Rodolfo Sonego.


“L’intento del Patto locale per la lettura è di riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva, e di rendere il libro e la lettura un’abitudine sociale, allargando conseguentemente la base dei lettori – dichiara l’assessore alla Cultura della Città di Jesolo, Giovanni Battista Scaroni -. La sua sottoscrizione, quindi, rappresenta un momento cruciale per l’intera città, gettando le basi per un’attività condivisa e congiunta tra diversi attori che possono contribuire a migliorare la vita di ciascuno. Il fatto, poi, che avvenga in occasione di una manifestazione così importante come “Il Veneto legge”, è per l’amministrazione comunale motivo di grande orgoglio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button