Venezia

Jesolo: aperti gli stabilimenti. Spiagge libere con un’App ancora in fase di test

Al via da quest’oggi la stagione balneare con l’apertura dei dei consorzi e stabilimenti, nonché tutti i servizi presenti sull’arenile compreso il servizio di salvataggio garantito da Jesolo Turismo Spa o, laddove presenti, da soggetti privati.

Le norme anti Covid impongono un contingentamento alle spiagge libere e così il Comune di Jesolo ha lanciato una nuova App “J.Beach” per prenotare con lo smartphone.

Il servizio è attivo da oggi ma è partito un po’ al rallentatore essendo l’ App disponibile attualmente solo per dispositivi IOS e non ancora per Android.

La piattaforma in questi giorni sarà sottoposta ad una fase di test ed è nata per prenotare una piazzola in area libere attrezzata.

Ogni piazzola numerata avrà una superficie di 16 metri quadri e potrà ospitare: congiunti (2 adulti e 3 bambini inferiori ai 14 anni d’età oltre ad eventuali neonati o 4 adulti e un bambino di età inferiore ai 14 anni oltre ad eventuali neonati) o non congiunti (4 adulti e/o bambini di età inferiore ai 14 anni oltre ad eventuali neonati). Qui potranno essere stesi teli da mare o installati ombrelloni e sdrai personali.

Per il momento è possibile prenotare solo alla Nemo Beach e Stabilimento Manzoni, ma già metà mattinata la Nemo Beach ha esaurito i posti disponibili.

All’interno dell’arenile di Jesolo sono infine previste due grandi aree completamente libere e gratuite, in corrispondenza della spiaggia del faro e alla foce del fiume Piave.

La fruizione non richiederà prenotazione e si potranno posizionare ombrelloni, sdraio o teli da mare personali, purché sia garantito il distanziamento sociale indicato dalle normative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button