Venezia

Jesolo/Anche il Sindaco è positivo al Covid

Il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia è positivo al Covid: lo ha annunciato poco fa egli stesso, diffondendo una nota ufficiale con cui rassicura circa le sue condizioni di salute e raccomanda di aderire alla campagna vaccinale.
“Il virus mi costringerà a ferie forzate.
Venerdì scorso mi sono svegliato con qualche sintomo influenzale così mi sono sottoposto a tampone, per fugare ogni dubbio.


Con grande stupore, sono risultato positivo.
Sto bene, fatto salvo per ciò che si affronta durante una qualsiasi influenza stagionale, e per questo non mi sono spaventato pur rimanendo a riposo e sotto osservazione come indicatomi dal medico.
Ho però pensato molto a ciò che sto affrontando e a come avrebbe potuto essere senza le tre dosi di vaccino.


Fin dall’inizio della pandemia ho sempre avuto grande attenzione, ho ridotto al minimo gli incontri personali trasferendoli su piattaforme digitali e ho annullato moltissimi momenti di convivialità.
Questo la dice lunga sulla contagiosità che il virus ha raggiunto.
Ho deciso di parlare di questa vicenda personale perché vorrei lanciare un messaggio e provare a fare breccia tra chi ha ancora delle esitazioni di fronte al vaccino.
Sono sempre stato attento alla mia salute, ma non so come avrei potuto reagire a questo contagio se non fossi stato vaccinato.


Credo che, per una serie di ragioni, sarebbe stato comunque molto diverso da un’influenza.
In queste ore ho ripensato ai concittadini e agli amici che a causa del virus sono stati molto male o, peggio, se ne sono andati.
Magari perché, quando lo hanno incontrato, non avevano ancora potuto vaccinarsi.
Perciò, a chi non ha ancora aderito alla campagna vaccinale perché mosso da preoccupazione, dico: non esitare a sottoporre ogni tuo dubbio alle autorità sanitarie, chiedi loro informazioni e parla dei timori che hai.


È mia natura rispettare l’opinione di tutti, e lo faccio anche ora.
Non posso tuttavia non evidenziare ancora una volta che il vaccino rappresenta l’unico strumento per proteggere se stessi e la comunità in cui viviamo.
E solo grazie alla campagna di immunizzazione potremo tornare a vivere come eravamo abituati a fare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button