Venezia

Jesolo: a fuoco un ex albergo diventato rifugio di sbandati

I vigili del fuoco sono intervenuti nel cuore della notte al Lido di Jesolo, tra Piazza Nember e il Faro, per l’incendio divampato all’interno di un hotel chiuso da qualche anno che è diventato ricovero sbandati e senza fissa dimora.

Era l’una e venti quando i pompieri sono giunti sul posto dal locale distaccamento, San Donà e Mestre con due autopompe, un’autobotte, 2 autoscale il carro aria e 18 operatori, sono entrati dotati di autorespiratori perlustrando i locali ed escludendo la presenza di persone.
Dopodiché sono iniziate le operazioni di spegnimento.

Le fiamme hanno avuto origine da un cumulo di masserizie accumulate al secondo piano e si sono estese a parte delle pannellature della struttura.
L’incendio ha provocato una notevole quantità di fumo ed ha invaso tutti i 5 piani dell’ex albergo.

Sul posto a coordinare le operazioni di soccorso il funzionario di guardia di Venezia insieme al capo servizio.
Ancora in corso questa mattina le operazioni di sopralluogo dei vigili del fuoco per determinare le esatte cause dell’incendio e la verifica della struttura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button