Venezia

Jesolo/43 contagiati tra gli ospiti della Croce Rossa

Si è svolta questa mattina, in municipio a Jesolo la conferenza stampa relativa alla situazione contagi tra gli immigrati ospitati nella sede jesolana della Croce Rossa.
I casi positivi al virus sono attualmente 43, sono tutti in fase di trasferimento (in queste ore) in altre strutture protette fuori comune.

Sono tutti asintomatici.
Gli altri ospiti negativi restano in isolamento nella sede jesolana per 13 giorni.
La situazione è sotto controllo.

Come confermato dal direttore della Ulss4, il paziente zero è un 30enne nigeriano, in Italia da sei mesi, che doveva essere sottoposto a intervento chirurgico ad una gamba.
Alle indagini preliminari è stato trovato positivo al test del Coronavirus.
Di conseguenza sono stati effettuati i tamponi anche agli altri ospiti e 42 sono stati trovati positivi, compreso un operatore sociosanitario.
Tutti hanno un’ età compresa tra i 20 e i 30 anni.

Il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia ha subito firmato un’ordinanza che dispone per gli ospiti della struttura, ancorché negativi, il divieto di uscire dalla sede della Croce Rossa. fino al termine dei 14 giorni di quarantena.
La Croce Rossa e le forze dell’ordine vigileranno sulla permanenza in struttura.
Il questore ha già assicurato al Comune che garantirà un presidio di polizia fisso in loco.
Personale dell’Ulss4 monitora costantemente la situazione in collaborazione con Prefettura e Comune di Jesolo.

Molti dei migranti presenti alla Croce Rossa di Jesolo, hanno un contratto di lavoro nel settore agricolo.
Negli ultimi giorni ci sono stati momenti di tensione tra i migranti che  protestavano all’obbligo di sottoporsi ai tamponi.
Ora all’obbligo di rimanere confinati nella struttura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button