Home -> Venezia -> Inseguimento nella notte/Coppia italiana finisce nei guai

Inseguimento nella notte/Coppia italiana finisce nei guai

Inseguimento degno dei migliori polizieschi, quello andato in scena la scorsa notte nella veneziana Chirignago, intorno alle 2.

Una pattuglia dei Carabinieri si è trovata a dover inseguire una Fiat Punto i cui occupanti non avevano inteso fermarsi al loro “Alt”.

Il risultato è stato una pericolosissima corsa per le strade del paese, la Punto a fari spenti e folle velocità, con il suo guidatore che non s preoccupava di sensi unici e stop.
capito che non avrebbe seminato l’autopattuglia, ad un certo punto il fuggitivo ha finto di volersi fermare, anche perchè, nel frattempo, stavano intervendo altre auto delle Forze dell’Ordine.

Anche in questo caso, in realtà il guidatore sperava di farsi largo speronando l’autopattuglia, uscita danneggiata.
Erano gli ultimi sussulti: poco distante la Punto è stata bloccata in una strada senza uscita.

A bordo c’erano due italiani: lui, L.M., 34enne ora arrestato e lei, passeggera, 27enne, denunciata (E.E.).
Addosso, due coltelli a serramanico e una quantità di denaro molto sospetta che ha fatto pensare al pagamento di una partita di droga appena ceduta.

In casa di lui i sospetti sono diventati certezze con il ritrovamento di alcuni grammi di Hashish, Metanfetamina, pastiglie di sostanze psicotrope, oltre a tutto il materiale per il “taglio” delle sostanze e confezionamento delle singole dosi, oltre ad una pistola giocattolo priva del tappo rosso e un machete, a testimonianza della pericolosità del soggetto.

Ancor più sorprendente l’esito del controllo domiciliare della donna residente a poche centinaia di metri dall’amico.
La giovane possedeva infatti un timbro a secco con le effigi della Polizia Municipale di Venezia.
I carabinieri stanno cercando di capire a cosa le servisse.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*