Venezia

Insegue in auto la ex armato di un coltellaccio da 27 cm: arrestato

Ieri, domenica, all’alba, i Carabinieri di Meolo, con la collaborazione dei colleghi di San Donà di Piave, hanno arrestato un 30enne marocchino pregiudicato, residente a Villanova di Camposampiero (PD), per atti persecutori e porto abusivo di armi.
Tutto era iniziato intorno alle 4 di ieri mattina, quando una pattuglia che passava per località Crete di Quarto d’Altino era stata attirata da una donna che andava loro incontro chiedendo aiuto.
Molto agitata, aveva riferito ai militari che un’amica, che si trovava a bordo di un’altra auto, era inseguita dall’ex fidanzato.
Nemmeno il tempo di raccogliere la testimonianza che i militari si trovavano di fronte sia l’auto della donna in fuga che un secondo veicolo.
Dal primo veicolo scendevano quattro donne, tre delle quali residenti in Francia, ed un uomo, mentre dal secondo, due uomini. Dopo l’arrivo di un’altra pattuglia, i militari ricostruivano quel che stava accadendo, scoprendo che in effetti sulla prima auto iaggiava l’ex fidanzata 25enne di uno dei due uomini presenti nella seconda.
Poco prima, in un locale della zona l’uomo aveva molestato la ex, arrivando poi a brandire un coltello e ad inseguirla.

L’arma bianca spuntava poi dall’auto su cui viaggiava l’ex fidanzato, 30enne marocchino: un coltello della lunghezza di 27 cm.
La giovane inseguita aveva già sporto una denuncia ai Carabinieri per il comportamento dell’ex che non si rassegna alla fine del loro rapporto ed aveva presentato anche un referto medico per delle lesioni provocategli sempre da lui il giorno prima.
A quel punto per il 30enne è scattato l’arresto per atti persecutori e porto abusivo di armi.
Ora si trova alla casa circondariale di Santa Maria Maggiore a disposizione dall’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button