Treviso

Infrastrutture: nel 2021, 10 milioni per messa in sicurezza Cadore-Mare tra Fontanelle e Conegliano

L’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, ha reso noto che ha trovato concretezza l’Accordo Programmatico firmato poco meno di due anni fa dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e dall’allora amministratore delegato di Anas, Gianni Vittorio Armani, che prevede una serie di azioni per garantire una migliore fruibilità delle principali strade venete, assicurando adeguati investimenti per riqualificarle, ammodernarle, potenziarle e metterle in sicurezza.
“Per il Veneto – prosegue l’assessore – la riclassificazione della rete si traduce nel trasferimento a carico del Contratto di Programma Anas MIT dei costi di gestione e manutenzione dei 700 km riclassificati per una cifra annua di circa 21 milioni di euro, oltre a investimenti di manutenzione programmata per 10 milioni di euro/anno, con la previsione di uno specifico stanziamento complessivo per l’esercizio 2018-2022 pari oltre 100 milioni di euro.
“Sottolineo che la gestione dei 700 chilometri riclassificati – precisa De Berti – continuerà a essere svolta da Veneto Strade anche se quest’ultima sarà partecipata da Anas, con buona pace di quanti a suo tempo si indignarono perché, a loro dire, rinunciavamo alla nostra autonomia operativa.
La verità è che non abbiamo rinunciato ad alcuna nostra prerogativa e anzi abbiamo guadagnato per i veneti le risorse necessarie per creare una viabilità migliore e più sicura, risorse che diversamente sarebbero state assegnate ad altre Regioni”.
L’assessore De Berti ha inviato oggi per l’ennesima volta una lettera ad Anas con la quale aggiorna l’elenco dei progetti da finanziare con i 100 milioni dell’accordo.
Queste le indicazioni per l’anno 2020:

  • S.R. 62 “della Cisa”. 2° stralcio “Grezzanella” – Variante di Villafranca di Verona, per € 24.000.000;
  • S.R. 50 “del Grappa e del Passo Rolle”. Galleria di Lamon “Pala Rossa”, Lamon (BL), per € 8.000.000 di fabbisogno (a fronte di un importo progettuale di € 25.000.000);
  • S.R. 48 “delle Dolomiti”. Innesto tra la SR. 48 e la S.P. 532, ad Auronzo di Cadore (BL), per € 3.500.000,00.

Inoltre per quanto riguarda la viabilità già di competenza statale, nell’aggiornamento al contratto di programma è stato chiesto un ulteriore finanziamento relativo alla S.S.12 “dell’Abetone e del Brennero”, variante da Buttapietra Sud alla Tangenziale di Verona, per € 145.000.000;
per l’anno 2021:

  • S.R. 10 “Padana Inferiore”. Variante in nuova sede fra Este (PD) e Legnago (VR), per € 50.000.000;
  • S.R. 11 “Padana Superiore”. Rotatoria con Via Cordellina, Altavilla Vicentina (VI), per € 955.000;
  • S.R. 11 “Padana Superiore”. Rotatoria a Tavernelle di Altavilla Vicentina (VI), per € 1.100.000;
  • S.P. 15 “Messa in sicurezza della viabilità” tra i Comuni di Fontanelle (TV) e Conegliano (TV), per € 10.000.000;
  • S.R. 11 “Padana Superiore”. Rotatoria ospedale di Dolo (VE), per € 1.000.000.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button