Venezia

Infiltrazioni mafiose/Scioglimento per Eraclea?

Al via ieri, con la prima udienza, il processo per le infiltrazioni mafiose nel Veneto Orientale.
Un procedimento che scaturisce dalla nota operazione antimafia che nel febbraio scorso aveva portato agli onori delle cronache anche il piccolo comune veneziano di Eraclea, i cui 12 mila abitanti avevano improvvisamente scoperto di vivere in un paese insospettabilmente preda della criminalità organizzata.
A cominciare dai vertici amministrativi.

Tanto che, sempre ieri, è arrivata la conferma che la Ministra dell’Interno Lamorgese ha ricevuto ufficialmente la richiesta di scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose, ovvero, secondo gli investigatori, comprovate connivenze tra le cosche e alcune cariche istituzionali.

Oggi un’altra novità, sempre collegata al processo che vede imputate 75 persone.
Il Responsabile dell’Avvocatura regionale veneta, Avvocato Ezio Zanon, ha reso noto che la Giunta regionale, con delibera nr. 25 del 7 gennaio 2020, ha deciso di costituirsi parte civile nel procedimento.

Decisione già comunicata al Pubblico Ministero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button