Treviso

Individuati i due minori responsabili degli atti vandalici al cimitero di Porcellengo

I Carabinieri di Montebelluna hanno individuato gli autori del deprecabile episodio accaduto verso la fine dello scorso mese di febbraio presso il cimitero di Porcellengo, dove, in orario serale, gli arredi di alcune tombe erano stati vandalizzati: vasi di fiori rovesciati, lumini asportati e gettati altrove, decorazioni funebri danneggiate, ma non solo. Secondo una prima ricostruzione della vicenda, infatti, uno degli autori dell’episodio sacrilego aveva anche preso di mira con lanci di sassi e uova un’abitazione non distante dal cimitero il cui residente – destinatario, nella circostanza, di epiteti volgari e frasi minacciose – aveva informato tempestivamente i militari dell’Arma degli schiamazzi e delle scorribande serali, in quei luoghi, di un gruppetto di giovanissimi.

Al vaglio dell’Autorità Giudiziaria minorile i Carabinieri hanno sottoposto la posizione dei minori, entrambi indagati per il reato di vilipendio delle tombe.
Uno dei due giovanissimi è ritenuto, oltre al “raid” nel cimitero, anche dei citati avvenuti il giorno dopo per “punire” o “intimidire” chi aveva segnalato il fatto alle forze dell’ordine.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button