Home -> Venezia -> Incidente sul lavoro alla “3B” di Salgareda, responsabile della sicurezza a processo

Incidente sul lavoro alla “3B” di Salgareda, responsabile della sicurezza a processo

Le accuse sono pesanti: negligenza, imperizia, inosservanza delle norme di sicurezza sul lavoro.
Sono quelle che porteranno a processo il Responsabile della Sicurezza della nota azienda 3B di Salgareda.
Si tratta di A.P., 50 anni, ingegnere sandonatese che comparirà davanti al giudice la prima volta il prossimo 3 ottobre.

Al termine degli accertamenti svolti dai carabinieri e dagli ispettori dello Spisal, la Procura trevigiana non sembra avere dubbi: la morte del 44enne kosovaro Shpejtim Gashi, capomacchina da 25 anni in Italia e 20 in quell’azienda, non è stata una tragedia inevitabile.
Anzi.

Secondo gli accertamenti svolti, in zone pericolose della fabbrica si poteva bypassare i dispositivi di sicurezza, rinunciando così fatalmente alla necessaria sicurezza.

A conclusione delle indagini preliminari, dunque, il Pubblico Ministero titolare del procedimento penale per omicidio colposo, la dott.ssa Francesca Torri, ha chiesto il rinvio a giudizio per l’ingegner A. P., 50 anni di San Donà di Piave, in qualità di delegato in materia di salute e sicurezza dal datore di lavoro, iscritto fin da subito nel registro degli indagati, e il Gip, dott. Gianluigi Zulian, ha fissato l’udienza preliminare in camera di consiglio per il 3 ottobre 2019, alle 9, in Tribunale a Treviso. I familiari della vittima, che ha lasciato nel dolore e nella disperazione la moglie, tre figli minori, tre sorelle e un fratello, che peraltro lavora nella stessa fabbrica e che lo ha visto morire sotto i suoi occhi, si aspettano verità e giustizia: per essere seguiti e assistiti, si sono affidati all’avv. Andrea Piccoli, del Foro di Treviso, e, attraverso il consulente personale Diego Tiso, a Studio 3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nelle tutela dei diritti dei cittadini.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*