Prendi notaVeneto

In Veneto, chiusa da subito la caccia a tutti gli uccelli acquatici

“É una vittoria importantissima per chi ama la natura, per la fauna selvatica e per chi crede nella legalità. Si tratta al contempo di una sonora batosta per la Giunta Zaia e l’Assessore alla Caccia Corazzari che non hanno mai voluto seguire le indicazioni tecnico scientifiche dell’ISPRA, utili ad evitare gravissimi danni del patrimonio faunistico europeo costituito dagli uccelli migratori, già martoriati dai cambiamenti climatici, dal consumo di suolo e dall’agricoltura intensiva al alto tasso di utilizzo di pesticidi”.

Questo il commento del consigliere regionale del PD Veneto, Andrea Zanoni, alla sentenza n. 97 di ieri, sabato 21 gennaio, con la quale il TAR Veneto ha stabilito che deve essere anticipata, secondo le indicazioni tecniche formulate dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), la data di chiusura della caccia a tutti gli uccelli acquatici (dodici specie), fissata dal calendario venatorio del Veneto al 20 gennaio anziché al 30 gennaio.

“Conseguentemente da subito è vietata la caccia in tutto il territorio del Veneto alle specie: Porciglione, Frullino, Folaga, Beccaccino, Gallinella d’Acqua, Germano reale, Alzavola, Mestolone, Canapiglia, Fischione, Codone, Marzaiola. Questi dieci giorni in meno di caccia in Veneto, territorio ricco di importantissime zone umide e corsi d’acqua dove questi uccelli migratori vengono a svernare provenienti da tutta Europa, costituiscono un’importante salvaguardia di questo patrimonio appartenente a tutti i cittadini europei”.
Zanoni sottolinea che “in Veneto abbiamo le aree umide piú importanti d’Italia come le lagune di Venezia, di Caorle e di Bibione, il Delta del Po e i tanti fiumi che percorrono tutte le sette province del Veneto, habitat che in questo periodo ospitano queste dodici specie di uccelli migratori.

Questa sentenza traccerà infatti la linea anche per i prossimi calendari venatori”, conclude Zanoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button