Treviso

In serata forte rischio temporali al confine tra Veneto e Fvg (trevigiano-pordenonese)

La goccia fredda responsabile delle grandinate avvenute ieri sulle aree poste a nord del Po traslerà con il suo asse durante le ore tardo pomeridiane e serali odierne, rinnovando l’instabilità soprattutto sulle regioni nordorientali italiane.

Temporali di forte intensità si formeranno inizialmente su Alpi lombarde centro orientali e Trentino-Alto-Adige, soprattutto su Valle Isarco, Pusteria, Badia e Gardena per poi estendersi alle Dolomiti venete e alle Alpi friulane.
Saranno possibili grandinate con accumuli al suolo di diversi centimetri.

Sulle pianure invece le aree più a rischio risulteranno quelle poste al confine tra Veneto e Friuli (pordenonese e trevigiano), con possibilità di temporali a supercella.
Fenomeni più localizzati nel padovano, vicentino e veneziano.

Seguiranno condizioni di variabilità e tratti di instabilità in montagna fino a parte di venerdì.

Sabato tempo in prevalenza stabili e soleggiate con possibile peggioramento dalla sera.
Domenica l’ingresso di correnti umide occidentali associate ad una circolazione ciclonica sull’Europa nord-occidentale, determineranno condizioni di tempo a tratti perturbato.
Le temperature massime in drastico calo domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button