Venezia

In corso la demolizione dell’Ovovia di Ponte Calatrava. Era costata 2 mil di euro

“Rimuoviamo uno dei simboli dello spreco di risorse pubbliche”.
Con queste parole il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha dato l’avvio ieri mattina ai lavori per la rimozione dell’Ovovia sul Ponte della Costituzione, con l’allestimento del doppio cantiere lato Ferrovia e lato Piazzale Roma.

Inaugurata nel novembre 2013, cinque anni dopo l’apertura del ponte disegnato dall’architetto Calatrava, l’ovovia non è mai entrata a regime a causa di guasti e malfunzionamenti che l’hanno resa un’opera praticamente non utilizzata nel tempo.
Era costata 2 milioni di euro per realizzarla.

Le operazioni di smantellamento sono state programmate dopo aver ottenuto l’ultimo via libera dalla Corte dei Conti: l’archiviazione del lungo procedimento per presunto danno erariale relativo all’installazione dell’ovovia per portatori di handicap sul ponte di Calatrava, dando così un “nulla osta tecnico” per la sua rimozione.

I lavori necessari per la rimozione/demolizione del dispositivo traslante prevedono:
• Lato Piazzale Roma – Fondamenta Santa Chiara: rimozione della base dell’impianto di sollevamento, con eliminazione totale dell’impalcatura di sollevamento, compresi i parapetti in acciaio e il grigliato. Successivamente verrà realizzata una nuova pavimentazione in legno, completa di corrimano in tubo d’acciaio inox eseguita a regola d’arte dei pontili esistenti a Venezia.
• Lato Ferrovia FS – Fondamenta Santa Lucia: rimozione della base dell’impianto di sollevamento, senza procedere alla rimozione del carrello dell’ovovia che rimane sui binari; verrà eseguito lo svuotamento totale della vasca collegata e la demolizione della stessa. Seguirà il riempimento a copertura dell’area occupata dalla vasca con ghiaia e verrà infine ripristinata la pavimentazione in trachite a regola d’arte come esistente.

Lavori che verranno eseguiti in orario notturno per non arrecare disturbo alla viabilità pedonale e per motivi di sicurezza pubblica.
Non saranno eliminati il carrello e i binari di scorrimento fissati al ponte perché potrebbero essere utilizzati in futuro per la manutenzione, le verifiche e la pulizia dello stesso.

Il tragitto Piazzale Roma – Ferrovia, e viceversa, continuerà ad essere garantito gratuitamente alle persone con disabilità motoria sulle linee 1 e 2 del trasporto pubblico locale su acqua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button