Venezia

In coma dopo essere stata investita/La famiglia cerca testimoni dell’incidente

Sta lottando tra la vita e la morte all’ospedale dell’Angelo di Mestre, l’80enne di Mira travolta da un’auto mentre procedeva in bicicletta, e i suoi familiari lanciano un appello ad eventuali testimoni di un incidente di cui ad ora sanno poco o nulla.

Il sinistro è accaduto mercoledì primo settembre 2021, alle 15.45, all’incrocio semaforizzato tra via Nazionale e via Argine Destro Canale Taglio.
Per cause al vaglio della Polizia locale di Mira, intervenuta per i rilievi, la bici dell’anziana, C. B., è stata investita da una Suzuki Vitara condotta da G. Z., 77 anni, veneziano della Giudecca, che sarebbe uscito da via Argine Destro.

L’impatto contro la vettura e poi la rovinosa caduta a terra hanno sortito conseguenze pesantissime per la ciclista, che ha riportato un preoccupante trauma cranico con ematoma interno, oltre a svariate fratture tra cui alle costole e alle vertebre: l’ottantenne è stata trasportata in ambulanza all’ospedale dell’Angelo, dove si trova, in coma farmacologico, nel Reparto di Rianimazione, in prognosi riservata.
Data la gravità della situazione, nelle prossime ore gli agenti dovrebbero anche disporre il sequestro dei mezzi, a cui non si è ancora proceduto.

I familiari della donna, che peraltro ha perso da solo due mesi e mezzo il marito, conosciutissimo in città, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., e ora si appellano anche a eventuali residenti o passanti che avessero visto l’incidente, del quale, almeno al momento, non sarebbero stati individuati testimoni.
Si può contattare direttamente la Polizia locale di Mira o Studio3A al numero verde 800090210

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button