Treviso

In casa di un 31enne di Quarto d’Altino, affiora bazar della droga

Che fosse uno spacciatore “di rango” di hashish e marijuana, con clienti da lunga data, tra le province di Venezia e Treviso, i militari dell’Arma l’avevano intuito da tempo, e ne hanno avuto ora definitiva conferma. Su decreto di perquisizione dell’Autorità Giudiziaria veneziana, che ha recepito i fondati sospetti dei Carabinieri trevigiani, è infatti scattato il blitz presso l’abitazione di un 31enne di Quarto d’Altino

I militari operanti, della Stazione Carabineri di Casale sul Sile, una volta entrati nell’abitazione dell’indagato, si sono trovati di fronte a un vero e proprio “bazar della droga” con quantitativi di marijuana e hashish contenuti in vasi di vetro, ciotole e contenitori in plastica e cellophane “sotto vuoto” riposti in armadi, pensili della cucina, mobili del salotto e in frigorifero.
1.450 i grammi di marijuana e circa 170 quelli di hashish complessivamente sequestrati, unitamente alla somma di quasi 7.000 Euro in contanti, ritenuta provento dell’illecita attività.

Due coltelli, un tagliere e un bilancino di precisione facevano parte del “kit” in possesso dell’arrestato, che, andato in escandescenze nel corso dell’attività di polizia giudiziaria, oltre che per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti dovrà ora anche rispondere dell’accusa di resistenza a Pubblico Ufficiale.

Convalidato l’arresto, per l’uomo il giudice ha disposto, nelle more del prosieguo della vicenda penale, l’obbligo di firma presso il Comando dell’Arma territorialmente competente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button