Pordenone

In carcere a Udine l’autore del terribile incidente in A28 costato la vita a due cugine trevigiane. In rianimazione a Udine le due figlie della Rizzotto  

La Polizia di Stato comunica la dolorosa notizia relativa all’ incidente stradale avvenuto domenica sera, verso le ore 19.45, sull’ autostrada A28, al km. 11+900 nord, nel comune di Azzano Decimo, nel quale sono rimaste coinvolte tre autovetture.

Nel sinistro hanno perso la vita due giovanissime donne la 26enne Sara Rizzotto di Conegliano e la 21enne Jessica Fragasso di Mareno di Piave, entrambe a bordo di una Fiat Panda

All’interno del veicolo, che a causa di un violento tamponamento si ribaltato più volte trovando poi la posizione finale tra la corsia di emergenza e quella di marcia, c’erano anche le due figlie della Rizzoto, una di quattro mesi e l’altra di due anni e mezzo, assicurate entrambe sui seggiolini.

Il tamponamento, che è tuttora al vaglio della Polizia Stradale, è stato causato dal conducente di un Suv (un Defender) che subito dopo il sinistro si è dato alla fuga percorrendo a piedi l’autostrada e abbandonandola pochi chilometri dopo scavalcando la rete di recinzione.

Lo stesso, un cittadino bulgaro domiciliato a Pordenone, è stato poi rintracciato presso la propria abitazione, in accertato stato di alterazione conseguente all’uso di alcoolici (1,51 e 1,33 g/l) e quindi, dopo essere stato foto segnalato e sottoposto agli esami tossicologici presso l’Ospedale Civile di Pordenone; su indicazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pordenone, è stato tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Udine per il reato di omicidio stradale plurimo aggravato e omissione di soccorso e fuga.

Nell’incidente è stata coinvolta una terza autovettura, una Fiat 500, con a bordo i genitori della signora Fragasso Jessica.
Gli stessi, in evidente stato di shock sono stati dapprima sottoposti alle cure dei sanitari e poi, una volta giunti all’Ospedale di San Vito al Tagliamento una pattuglia della Stradale è rimasta al loro fianco assicurandole tutto il conforto in questo tragico momento.

Tutte le attività di rilievo ed indagine che si sono succedute per tutta la notte sono state condotte dalla Polizia Stradale di Pordenone e della locale Questura.

Nel corso della mattinata odierna l’aggravarsi delle condizioni delle due bimbe ha comportato il loro trasporto presso l’Ospedale Civile di Udine, dove attualmente sono ricoverate nel Reparto Rianimazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button