Veneto

In arrivo nuove perturbazioni su Veneto e Fvg. Dichiarato lo stato di attenzione per nevicate in zone montane

Dopo l’effimera parentesi di quest’oggi, il meteo regionale segnala l’arrivo nelle prossime ore di una fase perturbata i cui effetti più consistenti saranno tra il pomeriggio di domani e la serata di sabato 2.

Sono previste precipitazioni estese, che interesseranno con maggior persistenza e intensità le zone centro settentrionali, determinando quantitativi di precipitazione localmente anche abbondanti sulle zone montane e pedemontane, non esclusi anche sulla pianura nord-orientale.
A tratti le precipitazioni potranno essere anche intense con dei rovesci; non è escluso qualche locale temporale in pianura.

La neve non interesserà la pianura.
Cadrà inizialmente nei fondivalle prealpini per poi alzarsi e portarsi nella giornata di sabato intorno a 700-1000 metri, anche se sulle Dolomiti la neve potrà continuare a cadere anche più in basso. Sono, dunque, ancora previste copiose nevicate sui monti, specie sopra i 1000-1200 m circa.

Quantitativi:
Da contenute (20-60 mm) a localmente abbondanti (60-100 mm) sulle zone montane, pedemontane e con minor probabilità sulla pianura nord-orientale; in genere scarse (0-20 mm) sulla pianura meridionale; contenute (20-60) sul resto della pianura.

La Protezione Civile del Fiuli Venezia Giulia segnala:

Venerdì 1 gennaio: Sono previste nevicate da deboli a moderate sulla zona montana oltre i 500-600 m sulle Alpi, 800-1000 m sulle Prealpi.
Sabato 2 gennaio: Sulla zona montana sono previste nevicate diffuse, da abbondanti a intense, oltre i 600 m sulle Alpi e sulle zone prealpine più interne, possibili localmente anche a quote inferiori; oltre gli 800-1100 m sui versanti prealpini prospicienti la pianura.

Al verificarsi di tali eventi si prevedono disagi alla viabilità con possibili interruzioni per neve, le abbondanti precipitazioni nevose porteranno il pericolo valanghe a forte (grado 4) , saranno probabili distacchi spontanei che potrebbero interessare la viabilità al di sopra dei 500-700 m.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button