Pordenone

Il vizio delle armi/Sequestrati fucili artigianali clandestini

Perquisizione con risultati sorprendenti, quella compiuta a carico di C. A., 38enne residente nel Comune di Codroipo, dai carabinieri.
In casa del soggetto infatti, i militari hanno rinvenuto e sequestrato varie parti di armi artigianali clandestine, armi non denunciate e munizionamento detenuto oltre il limite consentito dalla Legge, nonché delle trappole illegali per la cattura degli uccelli.

Nel corso della perquisizione compiuta a carico di C. D., 24enne di San Vito al Tagliamento, è stata sequestrata una carabina ad aria compressa di libera vendita, verosimilmente modificata al fine di aumentarne la potenza, trasformandola in una vera arma di cui è necessaria la denuncia all’Autorità di P. S.

Le armi e le parti di arma sequestrate, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, verranno inviate al RIS di Parma per le perizie del caso, finalizzate all’accertamento della loro potenzialità offensiva.

Le indagini avevano preso avvio nel 2021, coordinate dal Sost. Proc. Monica Carraturo, della Procura della Repubblica di Pordenone, in una prima fase, a luglio, avevano già portato all’arresto del giovane P. F., 33enne di Valvasone Arzene, per detenzione di numerose armi lunghe, silenziatori, polvere da sparo, bossoli, ogive, e altro materiale idoneo alla costruzione di cartucce e canne da fucile, ed anche alla denuncia in stato di libertà di B. G., 54enne residente ad Aviano, per detenzione di munizionamento oltre il limite consentito dalla Legge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button