Home -> Prendi nota -> Il virus torna a settembre…nella mostra “Human Virus”

Il virus torna a settembre…nella mostra “Human Virus”

Il virus torna protagonista a Venezia sotto forma di mostra internazionale con l’obiettivo di sensibilizzare il pubblico sulla patogenesi dei contagi, fornire corrette informazioni e raccontare l’inedita storia evolutiva di questi microrganismi.

L’esposizione culturale e scientifica, “Human Virus”, curata da Venice Exhibition Srl, sarà allestita da settembre 2020, nell’anno del cambiamento epocale delle abitudini planetarie dovute al Coronavirus, nella sede museale privata di Palazzo Zaguri in campo San Maurizio, inserendola nel contesto della mostra di anatomia“Real Bodies” già ospitata dal palazzo trecentesco. Trattandosi di una mostra collaterale, avrà il compito di approfondire l’aspetto scientifico del corpo umano sul tema delle malattie infettive che nella storia hanno causato grandi epidemie.

“Fra le sezioni principali di Human Virus una sarà dedicata all’epidemia di peste che colpì Venezia nel 1630” anticipano gli organizzatori “immergendo i visitatori nel clima di scelte epocali adottate dalla Repubblica Serenissima per fronteggiare l’epidemia di peste che decimò un terzo della sua popolazione. Fra i reperti anche un corpo riprodotto devastato dai sintomi della peste, oltre alle medicine ed ai rimedi, arrivando perfino a far sperimentare al visitatore con l’olfatto l’effluvio di erbe contenute nel becco della maschera indossata dai medici dell’epoca.

Altre sezioni presenteranno da un punto di vista evoluzionistico la natura dei virus e di conseguenza come siano legati in modo indissolubile alle specie animali e come i nostri comportamenti possano divenire causa di squilibri nel loro universo. Il tutto per offrire al senso critico del visitatore un punto di vista che vada oltre l’ovvietà per comprendere il fenomeno virus senza pregiudizi e al di là delle attribuzioni morali”.

Seguendo il percorso espositivo e didattico arricchito dalle testimonianze concrete di alcuni ricercatori, il visitatore prenderà coscienza degli step necessari ad identificare un virus comprendendo i parametri di classificazione seguiti dalla scienza.

In una sezione della mostra sarà presente perfino un mini reparto ospedaliero predisposto al virus Sars-2 conosciuto come Covid-19 per illustrare la situazione dell’emergenza virale, facendo toccare con mano la tecnologia e i mezzi dispiegati oggigiorno in un reparto di terapia intensiva per salvare le vite umane. Il percorso espositivo si chiuderà con un’area che saluterà il visitatore aggiornandolo sullo stato dell’arte della ricerca scientifica riferita alla Pandemia in corso.

“La mission di Human Virus nell’ambito di Real Bodies” chiosano da Venice Exhibition srl “è di avvicinare i visitatori alla realtà dei virus. Sul tema la mostra vuole trasmettere messaggi positivi: che i virus esistono, sono sempre esistiti e sempre esisteranno, responsabilizzando i visitatori che a fare la differenza sono i comportamenti delle persone, per questo Human Virus si pone come obiettivo principale la prevenzione a tutti livelli”.

Ampio spazio verrà dato anche alle start-up nate nello scenario pandemico, soprattutto quelle che il genio italiano ha saputo avviare durante la quarantena forzata, presentando in mostra molti progetti innovativi sulle protezioni individuali e sulle macchine sanificatrici. “Non mancheranno momenti di approfondimento con esperti in materia” garantiscono gli organizzatori “Human Virus sarà un reale interlocutore anche per i media per fare luce sulla natura dei virus”.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*