Home -> Pordenone -> Il telescopio più grande del mondo porta la firma della pordenonese Cimolai

Il telescopio più grande del mondo porta la firma della pordenonese Cimolai

Sulle Ande cilene, a 3.000 metri di altitudine, sta per sorgere il telescopio più grande del mondo.
Un’opera che porta la firma di un’impresa del Nordest.
In vetta al Cerro Armazones sorgerà infatti l’Extremely Large Telescope, di proprietà dell’ESO, l’Osservatorio Europeo Astrale.
Una volta ultimato permetterà di osservare l’universo con lo stesso potere di risoluzione di 100 milioni di occhi umani.

Lo strumento potrà fornire una comprensione più accurata dell’universo visibile, ottenendo risultati migliori di tecnologie spaziali all’avanguardia e consentire persino l’osservazione dell’atmosfera degli esopianeti, i corpi celesti esterni al Sistema Solare.

Dietro le quinte di questa commessa del valore di oltre quattrocento milioni di euro, c’è un consorzio di ditte italiane – che si sta occupando della struttura portante del telescopio e della cupola rotante – guidate dalla Cimolai Spa (https://www.cimolai.com/it/), fondata nel 1949 a Pordenone e specializzata nella progettazione, fornitura e montaggio di strutture complesse in acciaio, diversificando le sue attività nel campo dell’ingegneria industriale, civile, militare, navale e dell’Oil & Gas. Sette gli stabilimenti produttivi dell’azienda, di cui 6 in Italia, 1500 i dipendenti, 3500 con tutto l’indotto.

Merito anche della collaborazione tra l’ESO e Cimolai, dunque, se si potrà leggere l’universo “nei minimi dettagli”. Ed è proprio attraverso una lente particolare che l’azienda racconta il segreto del suo successo mondiale: safety first, la sicurezza prima di tutto.

Cimolai Spa sa quanto, oggi più che mai, il tema della sicurezza sia di fondamentale importanza non solo per accrescere competitività e fatturato, garantendo ai propri clienti alti standard di riferimento, ma anche e soprattutto per coltivare un contesto lavorativo dove consapevolezza, conoscenza e aggiornamento tempestivo in materia di sicurezza corrispondano col benessere dei dipendenti e con la crescita delle attività.

“Cimolai è estremamente sensibile al tema sicurezza, in cantiere così come in ufficio”, così Tommaso Di Santo, HSE Manager del Gruppo, mette in chiaro filosofia e mission aziendali. Nell’ultimo anno l’azienda ha cercato di giocare in anticipo sul mercato, implementando tutte le attività volte a garantire la massima sicurezza del personale e arginando problemi quali i fermi produzione e gli incidenti. “Siamo un’azienda certificata, monitoriamo costantemente ogni attività di reparto e di cantiere, anticipando i rischi prima che possano verificarsi”.

Come? Investendo con costanza e metodo nella formazione dei dipendenti. Per essere supportato in un percorso così articolato ed ambizioso, Cimolai ha riconfermato la collaborazione in essere con ErgonGroup (https://www.ergongroup.it/), società di formazione e consulenza anch’essa del Nordest: una collaborazione all’insegna di un percorso sinergico orientato all’eccellenza delle attività, dalla tempestività di erogazione dei servizi al miglioramento continuo dei processi.

“Anche coi nostri partner pretendiamo standard elevati, ancor di più per quanto riguarda l’erogazione di ogni attività a tema sicurezza: parliamo da un lato di tutte le attività cogenti, ma soprattutto di sensibilizzazione e addestramento nell’utilizzo delle attrezzature, con affiancamento specifico sul campo. Con ErgonGroup abbiamo elevato il concetto di sicurezza, a prescindere dall’inquadramento e dal livello contrattuale dei dipendenti”, continua Di Santo.

Perché investire nella formazione sulla sicurezza ed essere accompagnati in un percorso di crescita e aggiornamento costanti oggi ripaga? Per molti motivi: in primis, per formare un personale consapevole e capace di lavorare in sicurezza; in seconda battuta, per vantare un team qualificato e con un livello di rendimento ogni giorno più alto; non da ultimo, per diventare un punto di riferimento sul mercato in termini di competitività e rispetto degli standard di sicurezza.

“Lavorare con Cimolai è un grande stimolo, abbiamo gestito la complessità con metodo, creando un filo diretto e quotidiano con tutti gli RSPP del gruppo, così da poter rispondere con la dovuta tempestività ad ogni richiesta in tempi record”, racconta Denis Quas, QHSE Manager di ErgonGroup. “Riscontriamo un grande livello di formazione nel team Cimolai, la qual cosa ci mette nelle condizioni di interfacciarci su tematiche ad altissimo livello tecnico, mantenendo sempre alta l’asticella delle performance”.

“L’impegno più grande di ErgonGroup”, continua Quas, “volge verso due orizzonti: da un lato nella gestione della multiculturalità, con formazione tecnica e specifica in lingua straniera, non solo inglese; dall’altro, nel garantire un servizio su tutto il territorio nazionale. Siamo ambiziosi, e guardiamo al miglioramento continuo di tutte le nostre attività: i nostri consulenti e docenti provengono dal mondo del lavoro e hanno una forte propensione al problem solving, acquisita con esperienze dirette in tutti i settori lavorativi.”

“Per affrontare grandi sfide abbiamo bisogno di grandi partner: ErgonGroup, in questo momento, ci ha dato e continua a dare un grande servizio, sia in termini di quantità, che di qualità, che di flessibilità”, conclude Di Santo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*