Home -> Curiosità -> Il ritorno a scuola/A San Donà scolari accompagnati da Lagunari e Paracadutisti

Il ritorno a scuola/A San Donà scolari accompagnati da Lagunari e Paracadutisti

San Donà – “Questa apertura di anno scolastico è diversa dalle altre, ma le difficoltà ci spronano a unire le forze e trovare soluzioni nuove; questi primi giorni serviranno a comprendere bene gli eventuali punti su cui lavorare.

Desidero ringraziare l’ALTA (Associazione Lagunari Truppe Anfibie – Sezione di San Donà) e l’ANPdI (Associazione Nazionale Paracadutisti d’Italia sezione Basso Piave) per il contributo prestato” così la Vicesindaca Silvia Lasfanti.

Si tratta di un servizio di carattere più generale, ovvero l’accompagnamento e la sicurezza per gli alunni che, tramite lo scuolabus, arrivano a scuola con orario anticipato: in questi giorni in particolare nelle scuole secondarie di I grado “Schiavinato” e “Nievo” e nella scuola primaria “XIII Martiri”, i volontari si sono prestati ad assistere gli studenti in arrivo dagli scuolabus, accogliendoli e indirizzandoli verso i corretti percorsi, individuati dai Dirigenti per limitare i rischi di assembramento e contatti.

La scelta degli istituti è motivata dal fatto che alcune corse dello scuolabus arrivano con un anticipo di 30 minuti (20 per la primaria) rispetto all’inizio dell’orario scolastico: un intermezzo nel quale, da oggi, i volontari garantiranno la sicurezza dei bambini.

“Un intervento che avevamo in programma a prescindere dalla situazione, ma che trova maggior ragione in questi giorni di emergenza” così la Vicesindaca Silvia Lasfanti, che aggiunge “Nei prossimi mesi cercheremo di strutturare al meglio anche questo servizio, che rappresenta un sollievo per tante famiglie che faticano a far combaciare i vari orari scolastici e lavorativi. La rete di volontariato, anche in questo frangente, si è rivelata un tessuto forte e prezioso per risolvere tutti insieme gli eventuali problemi”.

“La ripresa di quest’anno scolastico ha un significato particolare: con determinazione vogliamo che la scuola, la parte più preziosa del nostro Paese, anticipi quella “normalità” di cui abbiamo bisogno. La sfida è quella di riuscire a conciliare il diritto all’educazione con il diritto alla salute. Per garantire questo obiettivo stiamo lavorando da mesi, tutti assieme: scuola, Comune, azienda sanitaria, azienda di trasporti.

Essendo una situazione nuova, però, dovremo avere la massima attenzione perché le condizioni sanitarie potrebbero cambiare da un giorno all’altro.”, così il Sindaco Andrea Cereser nella lettera di saluto ed augurio che ha inviato a tutte le scuole sandonatesi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*