Venezia

Il processo per le infiltrazioni mafiose ad Eraclea: ieri al banco Salvati e Chiaro

All’udienza di ieri del procedimento contro la costola del clan dei Casalesi insediatasi in Veneto, il Tribunale ha ammesso tutte le istanze di prove formulate dalle parti, rigettando la richiesta di inutilizzabilità degli atti d’indagine avanzata nella scorsa udienza.

È poi iniziata l’audizione dei primi co-imputati che in sede di udienza preliminare hanno scelto il rito abbreviato.

Hanno deposto gli imputati Salvatore Salvati (in particolare in relazione ai suoi rapporti con Luciano Donadio ed al ruolo avuto, quale prestanome nelle società Enjor S.r.l. e Polifn S.r.l.) e Vincenzo Chiaro (prestanome nelle società Dogi S.r.l. e Terry S.r.l.).
L’imputato Giuseppe Lazzara si è invece avvalso della facoltà di non rispondere.

Il procedimento è stato differito all’udienza del 25 giugno prossimo per l’audizione di altri accusati: Moreno Pasqual, Ennio Cescon e Fabrizio Formica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button