Venezia

Il Mose salva Venezia dall’acqua alta, spiagge devastate

Acqua alta record questa mattina a Venezia, sono stati raggiunti i 204cm alla bocca di Malamocco, uno degli episodi più gravi della storia.

Il Mose ha letteralmente salvato Venezia da una delle maree più gravi della storia, simile a quella del 2019 ha ricordato il Governatore Zaia.
Alla bocca di Malamocco è stato infatti superato il record di sempre.
Il profondo minimo depressionario centrato sul golfo ha richiamo venti tempestosi di Scirocco lungo l’Adriatico e venti di Bora lungo le coste venete/friulane determinando violente mareggiate.

L’eccezionale ondata di marea non ha creato troppi disagi nella città lagunare ma ha devastato le coste limitrofe.

Il mare ha invaso le strade a Grado, Bibione, Jesolo e, devastando stabilimenti balneari, spiagge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button